Aperte le iscrizioni alla Summer School sulle Tecnologie di Cattura e Stoccaggio della CO2

Sono aperte fino a venerdì 19 maggio le iscrizioni alla quinta edizione della International Sulcis Summer School on CCS Technologies, che si svolgerà dal 19 al 23 giugno 2017 presso il centro Ricerche Sotacarbo di Carbonia, in Sardegna. Organizzata da ENEA, Università di Cagliari e Sotacarbo, in collaborazione con IEA Clean Coal Center e CO2GeoNet, la Scuola Estiva sulle Tecnologie di Cattura e Stoccaggio della CO2 è un’iniziativa totalmente gratuita indirizzata a 40 studenti provenienti da vari Paesi, dei corsi di laurea magistrale o specialistica, dottorandi e giovani laureati con una formazione in ingegneria, geo-tecnologie e socio-economia.

Summer School Carbone Capture e StorageAperte le iscrizioni alla Summer School sulle Tecnologie di Cattura e Stoccaggio della CO2 Le lezioni, organizzate con il supporto di università, istituti di ricerca e aziende di settore, forniranno informazioni e documentazione sugli aspetti tecnologici della CCS (Carbon Capture and Storage), ma anche sullo sviluppo della ricerca e delle sue applicazioni e sullo stato attuale dei progetti in corso a livello europeo e internazionale. Le ore in aula si svolgeranno presso il Centro Ricerche Sotacarbo di Carbonia dotato di spazi dedicati ma anche di impianti, laboratori e competenze necessarie alla ricerca applicata sulle nuove tecnologie per l’impiego del carbone. Questi momenti si alterneranno con ore di formazione “sul campo” ovvero con visite a laboratori ed impianti e momenti di formazione on line grazie all’accesso che tutti i partecipanti avranno alla piattaforma e-learning della Divisione ICT dell’ENEA dove è stato predisposto uno specifico corso.

Sviluppata nell’ambito delle attività del programma di Ricerca di Sistema Elettrico del Ministero dello Sviluppo Economico di cui ENEA è uno dei soggetti attuatori, la Summer School mira a fornire ai partecipanti un quadro il più possibile completo su un tema di grande attualità come quello della riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Il 60% delle emissioni di CO2 sono prodotte da impianti industriali di grandi dimensioni come centrali elettriche a carbone, petrolio o gas, raffinerie, impianti di produzione di prodotti chimici, cemento, carta. I gas di combustione esausti prodotti contengono infatti anche CO2 che venendo rilasciata nell’atmosfera contribuisce al cosiddetto “riscaldamento globale”. Le tecnologie CCS permettono di “catturare” la CO2 negli stessi impianti dai quali viene prodotta stoccandola nel sottosuolo e riducendone così la quantità emessa nell’atmosfera.

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni:

http://www.sulcisccssummerschool.it/iscrizione

info@sulcisccssummerschool.it

http://www.sotacarbo.it/