Accesso civico generalizzato

L’accesso civico “generalizzato” concerne il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del Dlg. n. 33/2013 s.m.i., nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'articolo 5-bis del richiamata decreto.

 

Modalità per esercitare il diritto di accesso civico generalizzato

L’istanza di accesso civico generalizzato identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione.

L’istanza può essere presentata alternativamente ad uno dei seguenti uffici:

  1. all'Ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti
  2. all'Ufficio relazioni con il pubblico

 

L’istanza può essere trasmessa a mezzo:

 

utilizzando i moduli appositamente predisposti, da inviare, unitamente alla copia di un documento d'identità, in corso di validità.

Il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'amministrazione per la riproduzione su supporti materiali.

Il procedimento di accesso civico deve concludersi con provvedimento espresso e motivato nel termine di trenta giorni dalla presentazione dell'istanza con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati.

Nel caso di diniego dell’accesso o di mancata risposta entro il termine su indicato il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza che decide con provvedimento motivato entro il termine di venti giorni.

 

Moduli da utilizzare per l’accesso civico generalizzato

 

 

green arrowDati fino all'8 luglio 2016

PUBBLICATO IL: 31/01/2017

AGGIORNATO IL: 12/04/2018