Bilanci di Genere

Il Comitato Unico di Garanzia  dell’ENEA redige il  Bilancio di genere con lo scopo   di valutare in ottica di genere le scelte politiche e gli impegni economici-finanziari dell'Amministrazione al fine di raggiungere  una concreta parità tra uomini e donne.

Alla base del bilancio di genere, infatti, vi è la considerazione che esistono differenze tra uomini e donne per quanto riguarda le esigenze, le condizioni, i percorsi, le opportunità di vita, di lavoro e di partecipazione ai processi decisionali e che quindi, le politiche non siano neutre rispetto al genere ma al contrario determinino un impatto differenziato su uomini e donne.

L’analisi di genere del bilancio permette in sintesi di:

  • sensibilizzare gli amministratori  sulla questione di genere e sull’impatto    diversificato  delle politiche
  • ridurre le disuguaglianze  di genere attraverso una distribuzione più equa delle risorse
  • migliorare efficacia, efficienza e trasparenza dell’azione amministrativa
  • promuovere una lettura ed un’analisi della popolazione e delle diverse esigenze presenti per i dipendenti di sesso maschile o femminile  e di rispondere coerentemente ad esse consentendo anche   alle donne di conciliare le responsabilità professionali con le attività familiari
  • sviluppare dati e statistiche gender sensitive
  • rafforzare il principio di trasparenza e di partecipazione per quanto riguarda la gestione delle risorse.

     

    Bilancio di genere