SafeSchool 4.0 l'App che misura i consumi energetici e le caratteristiche energetico-strutturali degli edifici scolastici

L’ENEA ha realizzato un’applicazione per smartphone e tablet  per supportare i tecnici e i responsabili nei  rilievi energetici e strutturali negli edifici scolastici.  L’app si chiama SafeSchool 4.0 e consente di misurare in modo semplice i consumi energetici e le  caratteristiche  strutturali delle scuole per una prima valutazione degli interventi di messa in sicurezza,  riqualificazione ed efficientamento.

Per garantire la massima affidabilità e sicurezza, l’utilizzo della App è consentito esclusivamente a tecnici abilitati (periti, geometri, architetti ed ingegneri) che operano nel settore dell’edilizia scolastica con particolare specializzazione sugli aspetti strutturali ed impiantistici1. E’ stato inoltre previsto che in assenza di dati o di informazioni specialistiche non sia possibile ottenere risultati.

Inserendo le informazioni nelle apposite sezioni dell’applicativo, è possibile evidenziare:

  • un report dei rilievi completo di foto;
  • il livello della classe di merito energetica e degli interventi per ottimizzarne la prestazione;
  • gli elementi di vulnerabilità strutturale e il livello per migliorare la sicurezza dell’edificio;
  • un file contenente tutte le informazioni inserite dal tecnico.

 

L’applicativo mette a confronto i consumi reali dell’immobile con il fabbisogno energetico di riferimento per gli edifici scolastici, assegnando ad ogni fabbricato una classe di merito (buono/sufficiente/insufficiente) sia per i consumi da riscaldamento che per quelli elettrici.

Per individuare le aree in cui le scuole richiedono i maggiori interventi, l’ENEA sta predisponendo una piattaforma informatica di pianificazione strategica per un unico progetto di recupero degli edifici esistenti che preveda anche il miglioramento strutturale delle costruzioni in base alle diverse criticità territoriali, ambientali e climatiche.

Safe School 4.0 è una delle iniziative realizzate dall’ENEA per Italia in Classe A, la prima Campagna Nazionale di informazione e formazione sull`Efficienza Energetica, di durata triennale, promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e realizzata dall`ENEA. L`iniziativa dà concreta attuazione all`art.13 del Decreto Legislativo 102/2014 ed è rivolta alla P.A., alle PMI, agli Istituti bancari e ancora alle famiglie e agli studenti.

L`obiettivo principale della Campagna è far conoscere l`importanza del risparmio, dell`efficienza energetica e fornire gli strumenti e le opportunità per realizzarli.

Safeschool 4.0 è disponibile e gratuita su Apple Store e Google Play


Ulteriori informazioni:

 

Link ai video su Youtube
ENEA SafeSchool 4.0

 

1. ENEA è esente da ogni responsabilità civile e penale, anche oggettiva,  nei confronti di chi utilizza lo strumento in maniera impropria.

SafeSchool 4.0

L'applicativo consente di effettuare più rilievi e di salvare sul dispositivo i dati per poter gestire l'indagine in più fasi. Per ciascun rilievo è quindi disponibile il report dell'indagine.

La struttura funzionale dell'applicativo è costituita da schede informative raggruppabili in due macro-aree:

  • valutazione energetica,
  • valutazione strutturale.

 

Attraverso questa struttura si definiscono le due finalità principali: guidare il rilievo energetico/strutturale dell'edificio e fornire delle indicazioni di intervento per migliorarne funzionalità e gestione.

L'App integra in forma grafica le schede di rilievo e di valutazione studiate per svolgere in modo semplice e rapido l'indagine sull'edificio scolastico.

Per guidare l'utilizzatore le informazioni sono suddivise per tipologia in tre distinte sezioni:

  • dati generali,
  • indagine energetica,
  • indagine strutturale

 

All'interno di queste sezioni sono presenti tutti i dati da rilevare, raggruppati in forma grafica grazie a delle icone e per tipologia di dato da inserire.

 

Le schede consentono di compilare con diversi metodi di validazione del dato: inserimento libero di testo, scelta mutualmente esclusiva, scelta multipla e scelta da elenco. Per la maggior parte dei campi sono previsti quesiti con risposta condizionata così da rendere l'input dei dati il più semplice possibile. L'applicativo prevede funzioni di compilazione che in modo semplice rappresentano il tipo di scelta da effettuare. Per le sezioni che prevedono un campo descrittivo a mezzo di immagine o testo libero sono disponibili funzioni per la registrazione di immagini e di audio.

 

Sezione DATI GENERALI

Dati generali

La sezione iniziale dell'applicativo prevede la compilazione di dati generali che permettono di caratterizzare l'indagine, l'edificio in esame e alcune informazioni fondamentali per la valutazione di eventuali interventi.

Nello specifico le diverse informazioni vengono raccolte nelle cinque tipologie:

  • dati generali – identificano la scuola/istituto, l'ubicazione, la presenza di vincoli e le possibili gestioni applicabili in caso di intervento;
  • dati geometrici – definiscono gli spazi presenti, le superfici e la disposizione dei piani della scuola;
  • manutenzione edilizia – qui viene indicata la tipologia edilizia, gli investimenti effettuati e lo stato di conservazione degli elementi architettonici;
  • manutenzione impianti – qui vengono indicati i vettori energetici utilizzati, quali sono gli impianti tecnici presenti e il loro stato di conservazione;
  • conformità normative – raccoglie le conformità normative in ambito edilizio.

 

Sezione INDAGINE STRUTTURALE

Indagine strutturale

La definizione delle caratteristiche strutturali della scuola sono raccolte nella terza sezione.

Qui vengono registrate le informazioni di pericolosità legate all'ubicazione dell'edificio e i descrittori degli elementi di vulnerabilità sismica della scuola, fino a definire una priorità comparabile con altri edifici della necessità di intervenire per migliorare la capacità della struttura.

La struttura dei dati richiesti è tratta dalle schede di valutazione della Vulnerabilità Sismica redatte dal Gruppo Nazionale per la Difesa dai Terremoti e dal metodo Benedetti-Petrini.

Una specifica delle 3 fasi di compilazione:

  • pericolosità del sito – registra i dati per valutare la pericolosità sismica del luogo di ubicazione della scuola;
  • elementi di vulnerabilità – prevede delle sotto sezioni distinte per le due tipologie principali di edifici esistenti: calcestruzzo armato e muratura, definita la tipologia costruttiva si accede alla caratterizzazione della vulnerabilità;
  • livello di intervento – pesa le valutazioni registrate fino a qui e riepiloga quali sono gli aspetti più critici fino a definire il livello degli interventi necessari per migliorare le capacità dell'edificio.

 

Sezione ELEMENTI DI VULNERABILITÀ per l'INDAGINE STRUTTURALE

La fase di valutazione delle criticità sopra citata viene quindi distinta per tipologia costruttiva; per le strutture in calcestruzzo armato vengono specificate 10 sotto sezioni per ognuna delle quali viene definito un livello di vulnerabilità che viene sommato e pesato alla fine della valutazione.

Queste le sotto sezioni:

  • analisi storica – riepiloga la conformità dell'edificio alle norme dell'epoca di costruzione e le eventuali modifiche accorse nel tempo;
  • organizzazione del sistema strutturale – qui si definisce l'organizzazione del sistema strutturale;
  • qualità strutture – qui si indica la qualità del sistema strutturale;
  • fondazioni – registra le informazioni più semplici legate al sistema di fondazione;
  • orizzontamenti – qui si indica la tipologia degli elementi orizzontali di ripartizione dei carichi verticali;
  • regolarità pianta – descrive per analogia geometrica la regolarità in pianta della costruzione;
  • regolarità elevazione – descrive per analogia geometrica la regolarità in elevazione della costruzione;
  • elementi critici – riepiloga gli elementi presenti nella struttura che possono rappresentare dei punti di criticità per fragilità o eccessiva richiesta di duttilità;
  • elementi non strutturali – qui viene indicata la presenza e lo stato di conservazione di elementi non strutturali, che possono condizionare la sicurezza della scuola;
  • stato di fatto – riepiloga lo stato di conservazione delle strutture dell'edificio.

 

Per le strutture in muratura portante vengono specificate 11 sotto sezioni per ognuna delle quali viene definito un livello di vulnerabilità che viene sommato e pesato alla fine della valutazione. Queste le sotto sezioni diverse da quelle già indicate per le strutture in calcestruzzo armato:

  • interasse muri– riporta per analogia geometrica una valutazione dell'interasse dei muri portanti;
  • elementi critici – non presente per le strutture in muratura;
  • copertura – qui viene indicata la tipologia della copertura presente e del tipo di azioni che trasferisce alla struttura.

 

Sezione INDAGINE ENERGETICA

Indagine energetica

Il rilievo delle informazioni necessarie a definire le caratteristiche energetiche della scuola è raccolto nella seconda sezione dell'applicativo. Qui vengono registrati i dati che caratterizzano l'edificio, gli impianti i servizi e le funzioni presenti per arrivare a valutare la performance energetica dell'edificio e quali sono i possibili interventi necessari per migliorarne la prestazione.

In dettaglio ecco le 10 sotto sezioni:

  • consumi e dati tecnici – raccoglie la presenza di documenti progettuali e di prestazione energetica, ma anche dei consumi energetici reali dell'edificio;
  • involucro – definisce le condizioni climatiche e gli elementi opachi e trasparenti che costituiscono l'edificio;
  • climatizzazione invernale – raccoglie le informazioni degli impianti termici presenti, dai generatori ai sistemi di distribuzione e regolazione, il tempo di funzionamento e gli indicatori di efficienza su base geometrica;
  • climatizzazione estiva – registra i dati degli impianti di raffrescamento presenti, dai generatori ai sistemi di distribuzione e regolazione, il tempo di funzionamento e gli indicatori di efficienza su base geometrica;
  • ACS – qui vengono indicati i generatori per la produzione di acqua calda sanitaria, il tempo di funzionamento e gli indicatori di efficienza su base geometrica;
  • ventilazione – qui viene indicata l'eventuale presenza dei sistemi di ventilazione primaria;
  • cottura cibi – raccoglie le informazioni relative all'utilizzo di energia per la preparazione di eventuali pasti;
  • illuminazione – definisce il tipo di illuminazione interna ed esterna presente nella scuola;
  • pannelli solari – qui viene indicata la presenza di pannelli solari termici e fotovoltaici;
  • valutazioni – riepiloga le prestazioni dell'edificio e suggerisce gli interventi che è possibile effettuare per migliorare l'efficienza del sistema edificio/impianto o la gestione dei sistemi presenti.

 

Output e risultati

Compilando quindi i dati di input richiesti nelle diverse sezioni dell'applicativo si ottengono come output:

  • il report del rilievo eseguito (formato DOCX);
  • il file di interscambio dati (formato XML);
  • il livello della prestazione energetica e degli interventi necessari;
  • la classificazione del livello di intervento atteso e livello di priorità di intervento.

 

Il report riproduce le schede compilate con i dati inseriti dal responsabile della diagnosi e contiene sia le informazioni strutturali che quelle energetiche dell'edificio. Tale documento può essere salvato e stampato attraverso le funzioni presenti nella App o può essere trasmesso, in formato editabile, attraverso le funzioni di connessione previste dal dispositivo.

Il file di interscambio dati contiene tutti i dati rilevati dall'utente. I dati vengono inseriti in una struttura che si basa sulle informazioni richieste dalle schede di rilievo.

L'impiego dell'applicativo consente di automatizzare la fase di raccolta dati e di ottenere rapidamente una classificazione strutturale ed energetica dell'edificio ma non si può prescindere dalla costruzione del modello con la caratterizzazione dell'involucro e degli impianti tecnici al fine di conoscere gli impatti sull'edificio degli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica in termini di riduzione del consumo energetico. Di conseguenza, l'App SafeSchool 4.0 si configura come un importante elemento di supporto alla diagnosi energetica e strutturale la quale non può prescindere da ulteriori analisi o strumenti informatici di calcolo per essere eseguita in modo completo.