L’ENEA nel Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita

Carmela Marino, responsabile dell’Unità Tecnica Biologia delle Radiazioni e Salute dell’Uomo ENEA, è il rappresentante ENEA nel Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita (CNBBSV) istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il Comitato supporta il Governo nell’adozione di indirizzi scientifici, economici e sociali in materie quali biosicurezza, biotecnologie e scienze della vita e fornisce le linee guida per corrispondere alle indicazioni della Commissione Europea, con specifico riferimento al Piano d’azione europeo “Scienze della vita e biotecnologia – una strategia per l’Europa”.

Nell’ambito del Comitato è stato istituito l’Osservatorio Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita, che ha il compito istituzionale di raccogliere, organizzare e diffondere l’informazione scientifica, economica e normativa a livello nazionale, comunitario e internazionale. L’Osservatorio deve, quindi, monitorare la situazione del Paese, avvalendosi delle istituzioni competenti in materia, identificando le strutture esistenti per il trasferimento tecnologico e i risultati della ricerca.

A tal fine è stato costituito il Gruppo di Lavoro “Brevetti e Spin-off”, coordinato da Gennaro Ciliberto (Professore Ordinario di Biologia Molecolare presso l’Università degli Studi di Catanzaro “Magna Graecia”), a cui l’ENEA partecipa con Gaetano Coletta e Daniela Palma dell’Unità per il Trasferimento Tecnologico.

 

Ulteriori informazioni

PUBBLICATO IL: 02/07/2013

AGGIORNATO IL: 02/07/2013