Dipartimento Fusione e tecnologie per la Sicurezza Nucleare (FSN)

Ruolo

Svolge attività di studio, analisi, ricerca, sviluppo e qualificazione di tecnologie, metodologie, materiali, processi e prodotti, progettazione avanzata, realizzazione di impianti prototipali, fornitura di servizi tecnici avanzati, trasferimento e diffusione di tecnologie e conoscenze al sistema produttivo, alle Istituzioni e ai cittadini, nei settori dell’energia nucleare da fusione e fissione di nuova generazione, della chiusura del ciclo del combustibile e della sicurezza degli impianti nucleari e servizi avanzati nel settore delle radiazioni ionizzanti e non.

Ha come obiettivi strategici sono quelli di coordinare il programma nazionale sulla fusione, partecipare alla costruzione di ITER con attività di R&S e la fornitura di componenti ad elevato contenuto tecnologico, supportare le attività di decommissioning, contribuire alla competitività delle imprese che operano nel settore nucleare e concorrere ad assicurare la sicurezza delle attività nucleari, anche attraverso il supporto alle autorità di sicurezza nucleare.

Promuove, all’interno della propria organizzazione, politiche per la qualità, e ne assicura l’implementazione.

Principali compiti e funzioni

  • Esercisce i reattori nucleari di ricerca dell’ENEA e mette a punto i relativi programmi di attività.
  • Sviluppa data base nucleari per la fusione e la fissione utilizzando la sorgente di neutroni FNG, i reattori a fissione Tapiro e Triga e la sorgente gamma Calliope.
  • Svolge attività di ricerca sperimentale e teorica in fisica della fusione a confinamento magnetico ed inerziale, incluse lo sviluppo di diagnostiche.
  • Studia, progetta, sviluppa e gestisce sistemi di modellistica e simulazione di impianti nucleari di potenza, fornendo un servizio qualificato alle utilities, all’industria, all’Autorità di sicurezza nucleare.
  • Assicura servizi avanzati nel settore delle radiazioni ionizzanti e non, attraverso lo sviluppo di acceleratori di particelle e generatori di radiazioni per radioterapia, protonterapia e applicazioni industriali, e per diagnostiche fisiche, applicabili anche ai beni culturali e per la tutela di ambiente e, nei settori dell’optoelettronica e della fotonica, per applicazioni medicali e in sistemi di prevenzione e protezione.
  • Sviluppa sistemi innovativi destinati all’automazione di processo, al monitoraggio remoto ed alle operazioni in sicurezza su impianti nucleari ed installazioni industriali.
  • Svolge le funzioni assegnate dalla legge n. 273/91 all’ENEA nel campo della certificazione riguardanti le procedure e le prove relative all'omologazione degli strumenti di misura in ambito UE e gli obblighi di taratura e i criteri di approvazione dei dosimetri impiegati in radioprotezione.

Il Dipartimento partecipa a progetti, gruppi di lavoro, commissioni nei principali organismi nazionali ed internazionali, quali IAEA, OCSE-NEA, EURATOM, IEA; in particolare rappresenta l’Italia nel Consorzio europeo EUROfusion, a cui è stato affidato da Euratom lo svolgimento del programma in Horizon 2020, e ricopre il ruolo di Liaison Officer per l’Agenzia europea Fusion for Energy, che gestisce la realizzazione di ITER per l’Europa.

Esso, inoltre, contribuisce a negoziare progetti europei di Horizon 2020 relativi al programma Euratom per la fissione, la fusione e al Framework Programme.

Il Dipartimento identifica alcune attività come di particolare rilevanza per il pieno raggiungimento dei propri obiettivi di missione. Per la loro migliore gestione, tali attività vengono organizzate nei seguenti Progetti dipartimentali:

  • EUROfusion-F4E-ITER
  • Broader Approach
  • Superconduttività
  • Qualifica Nucleari Componenti
  • Reazioni nucleari a bassa energia
  • Simulatori di sistemi energetici e nucleari complessi
  • Rifiuti radioattivi
  • Sito geologico

PUBBLICATO IL: 18/04/2018

AGGIORNATO IL: 18/04/2018