Storia e riferimenti normativi

La storia dell’ENEA inizia nel 1952  con la creazione, presso il CNR, del Comitato Nazionale per le Ricerche Nucleari – CNRN, poi trasformato in Comitato nazionale per l’energia nucleare – CNEN nel 1960 un campo di ricerca che  ha visto l’Italia protagonista grazie a scienziati e a tecnologie all’avanguardia.

Negli anni ’80 questa missione costitutiva viene progressivamente ampliata alle tematiche ambientali, delle fonti rinnovabili, del clima per arrivare, nel 1991 alla creazione dell’Ente per le nuove tecnologie l’energia e l’ambiente – ENEA. Altri interventi normativi si susseguono nel 1999,  nel 2003 e nel 2009 quando la Legge n.99 Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia trasforma l’ENEA in Agenzia.

Successivamente, con la Legge 28 dicembre 2015, n. 22 (art.4), Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali ne viene ridefinito l’assetto e la mission in modo da superare le criticità legate a un quasi decennale Commissariamento.

Infine, il Decreto 23 marzo 2016  del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare restituisce piena operatività all’Agenzia e designa al vertice il Presidente, Professor Federico  Testa e i Consiglieri di Amministrazione Alessandro Lanza e Mauro Libè.