Jules Horowitz Reactor, il reattore sperimentale per applicazioni scientifiche e industriali

In questo incontro saranno illustrate le caratteristiche e le potenzialità del Jules Horowitz Reactor e presentati i vantaggi dell’adesione al Programma di prove sperimentali previste nei primi anni di funzionamento in sede OECD/NEA (JHIP – Jules Horowitz International Program) da parte degli Istituti di ricerca, delle Università e delle Imprese impegnati nella ricerca e nello sviluppo della tecnologia nucleare.
Quando 10/11/2011
dalle 09:00 alle 17:00
Dove Roma
Persona di riferimento
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Strumento di ricerca di prim’ordine e supporto indispensabile alla filiera nucleare europea, il reattore Jules Horowitz (JHR), finanziato da un Consorzio internazionale prevalentemente europeo, è in fase di avanzata costruzione presso il centro CEA di Cadarache. Il reattore rappresenterà l’impianto più innovativo utilizzabile per la qualifica  dei materiali, dei componenti e dei sistemi destinati agli impianti nucleari di nuova generazione.

Gli istituti di ricerca e le autorità di controllo potranno disporre di un importante strumento destinato a migliorare notevolmente le conoscenze relative alla scienza dei materiali per diversi componenti utilizzati nelle centrali nucleari, contribuendo con questo alla loro sicurezza.

Non meno importante il ruolo che questa moderna struttura sperimentale potrà assumere nel campo dell’Education & Training per formare quadri tecnici da destinare alla conduzione e gestione di impianti nucleari.

Programma
Comunicato stampa

 

PRESENTAZIONI

ENEA and Italian participation in JHR - Massimo Sepielli, ENEA

JHR, reattore sperimentale per la sicurezza nucleare nel quadro di un consorzio internazionale. Modalità diverse di partecipazione a JHR: Consorzio,JHIP - Xavier Bravo, Gilles Bignan, CEA

Spanish participation in the JHR project - Enrique Gonzalez, CIEMAT

Primo Programma sperimentale internazionale proposto in sede OECD/NEA: The Jules Horowitz International Program (JHIP) - Gilles Bignan, Christian Gonnier, Philippe Billot, Martine Tourasse, CEA

Sviluppo dei primi dispositivi sperimentali JHR - Gilles Bignan; Christian Gonnier, CEA

Collaborazione internazionale su JHR: il contesto generale, il contributo ENEA e distacchi a Cadarache di collaboratori scientifici italiani - Gilles Bignan, CEA

Power Transient Analyses of Experimental Devices in Safety Shutdown Procedures ‐ Jules Horowitz Reactor (JHR) ‐ Patrizio Console Camprini, Università di Bologna

LORELEI Light water One-Rod Equipment for Loca Experimental Investigations. Preliminary Thermo-hydraulic Design - Francesco Saverio Nitti, ENEA

Options for transmutation research at the future JHR - Thomas Stummer, Vienna University of Technology, Atominstitut

Il ruolo di JHR per lo sviluppo dei reattori di IV Generazione - Gilles Bignan, Christian Gonnier, CEA

The Inter-Departmental Nuclear Research Centre (LENA) of the University of Pavia: Research Activities - Andrea Borio di Tigliole, Università di Pavia

Competenze italiane utili per il Progetto JHR e opportunità di ricerca per il mondo accademico - Martina Adorni, Dino Araneo, Nikolaus Muellner, Francesco D’Auria, Università di Pisa

JHR: a big "Nuclear" Challenge for Italian Universities - Marco Sumini, Università di Bologna/CIRTEN

Proposal for Research Activities - Romolo Remetti, Silvina Keshishian, Sapienza Università di Roma

 

Ulteriori informazioni su questo evento…