Rete Natura 2000: un patrimonio da conoscere, amministrare, promuovere, difendere

L'esperienza della Regione Basilicata tra ambiente, agricoltura, cultura dei luoghi
Quando 27/06/2012
dalle 09:30 alle 17:00
Dove Roma
Persona di riferimento
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Il convegno Rete Natura 2000 Basilicata: un patrimonio da conoscere, amministrare, promuovere e difendere, organizzato congiuntamente da Regione Basilicata, Enea e Forum Plinianum, si pone come obiettivo principale quello di rendere evidenza del progetto Rete Natura 2000 sul piano metodologico, dei risultati e delle potenzialità.

Il convegno rappresenta l’opportunità per evidenziare a livello nazionale gli elementi più significativi del progetto Rete Natura 2000 Basilicata: la metodologia applicata (integrata e omogenea per l'intero territorio regionale) e i numeri (costi, istituzioni scientifiche e personale coinvolti, habitat, SIC e ZPS, superficie regionale interessata…).

Il processo attivato con il progetto Rete Natura 2000 Basilicata rappresenta un interessante modello metodologico innovativo le cui caratteristiche principali sono: olismo, multidisciplinarità, competenza, complessità, pianificazione integrata e partecipazione.

Il valore della metodologia adottata è rappresentato da una uniformità di lettura del paesaggio, delle problematiche e dei processi in atto e la proposizione di un modello integrato ed originale delle possibilità di sviluppo sostenibile su scala regionale.

Per l’attuazione del progetto Rete Natura 2000 è stato attivato un gruppo di esperti denominato “cabina di regia” costituito da ben 15 istituzioni scientifiche (Università, Agenzie ed Enti di Ricerca, Associazioni scientifiche) che rappresentano le principali competenze/discipline scientifiche funzionali allo svolgimento dell’attività progettuale: vegetazione, paesaggio, fauna, geologia, agricoltura, foreste, mare, architettura e pianificazione, analisi e rappresentazione territoriale.

Nei quattro anni di attività progettuale, sono stati coinvolti oltre 150 professionisti, provenienti da diverse discipline. I professionisti, coordinati dalla “cabina di regia”, hanno svolto analisi di campo e sintesi di laboratorio sulla rete di aree denominate Zone di Protezione Speciale (ZPS), disciplinate dalla Direttiva "Uccelli" 79/409/CEE, e Siti di Importanza Comunitaria (SIC), disciplinati dalla Direttiva "Habitat" 92/43/CEE, che costituiscono la struttura di Rete Natura 2000.

L'evento si prefigge di potenziare l'olismo del contenuto metodologico di Rete Natura 2000 Basilicata che include tre elementi principali: ambiente/agricoltura/cultura e di attivare un dialogo e confronto anche con le altre Regioni italiane in materia di Rete Natura 2000.

I risultati del progetto Rete Natura 2000 Basilicata potranno rappresentare uno strumento potente per la pianificazione dello sviluppo sostenibile della regione: 50 SIC e 17 ZPS delineano un ambito territoriale pari al 17% del territorio regionale ove è possibile ripensare un modello di sviluppo moderno, orientato a conservare territori, saperi, culture, produrre paesaggi, cibo, reti sociali, recuperare valori, indirizzato a porre gli individui in una posizione di consapevolezza e responsabilità.

PROGRAMMA

Agenda Tecnica

PRESENTAZIONI

L'ENEA a supporto delle Amministrazioni Locali nella gestione sostenibile del territorio - P. Maranesi, ENEA

Il progetto Rete Natura 2000 Basilicata: i numeri e le implicazioni territoriali - A. Logiurato, Ufficio Tutela della Natura Regione Basilicata

Il valore di una metodologia per Rete Natura 2000: il progetto lucano - P. Menegoni, ENEA

Il progetto  INN  2000 di Rete Natura 2000 e il ruolo della comunicazione - F. Colucci, ENEA

Rete Natura 2000 a scala locale: gli strumenti della programmazione ed economici che sostengono la conservazione della biodiversità - R. Guarino, Università di Palermo