Nuovo brevetto per componenti ceramici ultraresistenti a basso costo

27 gennaio 2015

Da una ventina di anni è possibile produrre ceramici a partire da polimeri particolari, detti polimeri preceramici. La conversione da polimero preceramico a ceramico avviene tramite riscaldamento a 700-1300°C, in assenza di aria (pirolisi). Finora le applicazioni pratiche di questo genere di processi per produrre oggetti sono state limitate al settore aerospaziale e nucleare, per gli elevati costi che questi processi comportano, dovuti sia al costo delle materie prime, sia ai costi degli stampi, che per gli elevati tempi di processo.

Da tempo i Laboratori di Ricerca ENEA di Faenza, sviluppano questo genere di processi per applicazioni avanzate e più recentemente anche con l’obiettivo di ridurre drasticamente i costi di produzione, per renderli applicabili massivamente al settore trasporti e costruzioni.

Le applicazioni finora sviluppate puntavano a offrire nuovi materiali e tecnologie per produrre compositi ceramici fibrorinforzati di basso costo e basso peso (densità meno del doppio di quella dell’acqua) in grado di svolgere la funzione di isolamento termico e rinforzo meccanico fino a una temperatura di 600°C, essendo anche totalmente ignifughi fino ad una temperatura di 1200-1250 °C. La combinazione di queste caratteristiche uniche (isolamento termico, leggerezza e resistenza termomeccanica) insieme ai processi produttivi sviluppati e brevettati dall’ENEA, li rendono materiali ideali per prodotti quali parti di motori a combustione interna, pannellatura antifuoco e il rinforzo e la coibentazione degli edifici.

Le tecnologie sono state sviluppate in stretta collaborazione con la Riba Composites srl (Faenza) e già testate su impianti industriali, o di taglia rappresentativa della produzione industriale. I processi sono stati oggetto di due brevetti, uno totalmente ENEA (inventore Claudio Mingazzini) e uno in proprietà condivisa al 50% tra ENEA e Riba Composites (inventori Claudio Mingazzini, ENEA, e Andrea Bedeschi, Riba Composites).

I brevetti, entrambi depositati il 16/12/2014 con i numeri RM2014A000725 e RM2014A000726, sono consultabili nella banca dati ENEA e sono disponibili per il licesing.

IN QUESTA SEZIONE