No al Mobbing!

20 maggio 2014

Il Comitato Unico di Garanzia dell'ENEA in prima fila per contrastare il mobbing sul posto di lavoro


Il Comitato Unico di Garanzia (CUG) dell'ENEA, che ha il compito di assicurare pari opportunità di genere ed equità contro qualunque forma di discriminazione e di violenza psicologica, ha organizzato il convegno "Mobbing e discriminazione. Parliamone", che si è svolto oggi nella sede ENEA  di Roma. Il Commissario dell’ENEA, Giovanni Lelli è intervenuto in apertura dell’incontro per sottolineare la ferma volontà del vertice di contrastare disagi sul posto di lavoro connessi a forme discriminatorie, a meccanismi di aggressività e di vessazione. Hanno partecipato all’incontro esperti del settore, che hanno permesso di  approfondire il fenomeno con un approccio scientifico e culturale.

Il Mobbing è una delle cause principali di patologie da stress di lavoro correlato, ed è  in continuo aumento, e va distinto dallo Straining (singolo episodio discriminatorio).

L'azione vessatoria sul posto di lavoro, sia essa continua e frequente, come nel Mobbing, o isolata come nei casi di Straining, porta a situazioni stressanti che possono causare disturbi psicosomatici  o veri e propri danni alla salute. La dequalificazione, il demansionamento, l'isolamento, la mancata assegnazione di compiti e la privazione degli strumenti di lavoro, il trasferimento, l’ingiustificato disconoscimento di avanzamento professionale, sono situazioni che il Comitato Unico di Garanzia  intende prendere in esame ed approfondire in caso di segnalazione.

Per contrastare e prevenire situazioni di disagio sul lavoro, il CUG dell’ENEA ha messo in cantiere  un corso di formazione e-learning sulle tematiche del mobbing e della discriminazione, uno strumento di un’auto-analisi per eventuali situazioni di disagio sul posto di lavoro e per conoscere  le possibilità per contrastarle con il supporto del CUG, a disposizione dei dipendenti. Si tratta di una buona pratica innovativa verso il benessere organizzativo, che potrà essere diffusa anche ad altre realtà della Pubblica Amministrazione.

 

 

 

 

a cura dell'Ufficio stampa e rapporti con i media

archiviato sotto:

IN QUESTA SEZIONE