Energia, Ambiente e Innovazione

Energia, Ambiente e Innovazione è la rivista dell’ENEA. A cadenza trimestrale, si propone di offrire una informazione autorevole sugli sviluppi della ricerca scientifica e sulle sue applicazioni nei settori delle nuove tecnologie, dell’energia, dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile. La Rivista è organizzata in fascicoli monografici su tematiche di attualità o sui grandi temi della cultura scientifica.

 

Novità

Cover.jpg

Fascicolo 2/2017 - "Astana Italy"

Il numero, interamente in inglese, è dedicato all’energia futura, tema principale dell’Expo 2017 che si svolge dal 10 giugno al 10 settembre ad Astana (Kazakistan). Apre il numero un’intervista a Stefano Ravagnan, ambasciatore italiano in Kazakistan, che inquadra il ruolo che l’Italia può avere in Asia e in altri Paesi in via di sviluppo per quanto riguarda l’economia e l’energia. Nella rubrica Focus, oltre agli interventi di esponenti istituzionali pubblici (Governo, Regioni) e privati che illustrano programmi e iniziative in corso nel campo energetico, troviamo soprattutto i contributi dei ricercatori, non solo ENEA, per lo sviluppo delle tecnologie energetiche del futuro: dal solare termo-elettrico al solare fotovoltaico innovativo, dall’energia marina alla geotermia, dalla bioenergia alla fusione nucleare. Viene prestata attenzione anche all’efficienza energetica, in particolare nel settore residenziale e nel settore agro-alimentare. Sono infine illustrate le ricerche su tecnologie innovative per l’illuminazione, come gli OLED, e sulle batterie per i veicoli ibridi ed elettrici. Completa il fascicolo la rubrica Cosa succede in città, che descrive l’esempio di rigenerazione urbana sperimentato a Lione, in Francia.

Copertina

Fascicolo 1/2017 - "Smart City"

Il primo numero dell’anno è dedicato alle Smart City, con l’obiettivo di individuare i contorni di un termine che rischia di diventare una moda ma di cui non è chiaro il significato. Apre il numero un’intervista a Franco Ferrarotti, il sociologo urbano più noto in Italia e tra i più noti a livello europeo. Seguono molti contributi nazionali e internazionali che illustrano le attività utili a trasformare le città nei campi dell’energia, della mobilità, delle infrastrutture, dei rifiuti, per renderle più sostenibili e inclusive, più smart appunto, anche attraverso l’uso di nuove tecnologie della comunicazione. La rubrica Spazio aperto è dedicata, come di consueto, ad altri temi, tra cui il fine vita dei pannelli fotovoltaici. Completa il fascicolo la nuova rubrica Cosa succede in città, che intende esaminare le esperienze di trasformazione delle città: in questo numero l’esperienza dello smart working a Milano.