Oltre le parole, c’è un significato

Sviluppo sostenibile, economia circolare, green economy sono concetti vaghi e transeunti come le mode o c’è un significato più profondo, condiviso e utile?

Alessandro Lanza, Consiglio di Amministrazione ENEA, Università LUISS, Roma

DOI 10.12910/EAI2018-007

 

Oltre-le-parole.jpg
(download pdf)
Non è essenziale essere Carl von Linné, ovvero il celebre botanico svedese che fece della moderna classificazione scientifica degli organismi viventi il suo credo e il lavoro di una vita, per apprezzare lo sforzo – che ogni tanto deve essere compiuto – per mettere un po’ di ordine nelle parole.

Se affrontiamo temi come lo sviluppo sostenibile, l’economia verde o quella circolare (e l’elenco potrebbe continuare a lungo), ragionare sul significato ci porta oltre la passione per le tassonomie. Capire quali sono le principali differenze, ci permette anche di comprendere perché queste parole – come molte altre in discipline diverse – si caratterizzano per proporsi al dibattito – ma anche al grande pubblico – con un modello simile al ciclo di vita di un prodotto. Appaiono, si impongono, spariscono come cancellati da un nuovo concetto e da una nuova idea.

Seguire – sebbene solo per qualche pagina questa evoluzione – può aiutare nell’essere più consapevoli di fronte a definizioni apparentemente auto esplicative, concetti complessi nascosti dietro a slogan. In ogni caso c’è solo da guadagnare nella chiarezza delle nostre espressioni. …