Decarbonizzazione del sistema energetico in Europa e in Italia: il contributo dell’energia dal mare

L’energia dal mare è abbondante, geograficamente diversificata e rinnovabile. L’Unione Europea è all’avanguardia nello sviluppo tecnologico dei convertitori di energia marina in energia elettrica. Occorre però colmare la distanza residua tra lo sviluppo e la dimostrazione di prototipi e il loro sfruttamento commerciale attraverso politiche mirate al sostegno di queste tecnologie. In questo contesto l'Italia ha la concreta opportunità di ritagliarsi nicchie di mercato e consolidarsi come esportatore di tecnologia grazie alla  vitalità di una comunità scientifica e imprenditoriale ormai consolidata in questo settore

Gianmaria Sannino e Giovanna Pisacane, ENEA

DOI 10.12910/EAI2018-035

 

Decarbonizzazione-sistema-energetico.jpg
(download pdf)
Da oltre vent’anni l’Unione Europea è leader mondiale nella diffusione delle energie rinnovabili.  L’adozione di obiettivi a lungo termine e di misure politiche di sostegno ha determinato una forte crescita del consumo di energia rinnovabile nell’Unione, che è passato dal 9% nel 2005 al 16,7% nel 2015. Attualmente la maggior parte dei Stati membri dell’Unione sono sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo del 20% fissato per il 2020.

ll 5 ottobre 2016 l’ Unione Europea ha formalmente ratificato l’accordo di Parigi (COP21), che ha fissato l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura media globale della Terra in questo secolo “ben al di sotto dei 2 °C” rispetto ai livelli pre-industriali. …