Quadro attuale delle problematiche europee sulle materie prime critiche e azioni in corso

L’articolo presenta un quadro delle problematiche attuali e delle politiche comunitarie nel settore delle materie prime critiche, nonché un sommario delle iniziative in atto e delle prospettive future, volte ad assicurare un approvvigionamento sicuro e sostenibile di materie prime per l’industria europea, in un’ottica di strategia di innovazione e di crescente cooperazione internazionale

Giovanni Di Girolamo e Dario Della Sala, ENEA

DOI 10.12910/EAI2018-48

 

Quadro-attuale-delle-problematiche-europee.jpg
(download pdf)
Le materie prime hanno una importanza strategica crescente nell’economia dell’Unione Europea. …

Le materie prime critiche sono individuate dalla Commissione Europea sulla base di due fattori: l’importanza economica e il rischio di approvvigionamento per l’industria europea. Il primo fattore dipende da condizioni di stabilità politica ed economica, livello della concentrazione di produzione, potenziale di sostituibilità e grado di riciclo. Il secondo fattore è indicativo dell’importanza di una materia prima nello specifico settore economico e dell’importanza del settore stesso nell’economia comunitaria. …

L’Europa deve far fronte al rischio di approvvigionamento a causa di situazioni di monopolio, alto costo, elevata domanda, instabilità politica dei Paesi produttori, accumulo di riserve, volatilità del prezzo. Si pensi ad esempio alla crisi del 2011 che vide protagonista le terre rare e il loro maggiore produttore (Cina). A causa di risorse proprie limitate, l’Europa importa materie prime dalla Cina (antimonio, bismuto, magnesio), nonché da Marocco, Russia, Turchia, Stati Uniti, Australia, Messico, Algeria, Indonesia, Brasile, Kazakistan, Nigeria, Sudafrica. Nello specifico, l’Europa importa il 100% di antimonio, bismuto, borati, magnesio, gomma naturale, niobio, fosforo, scandio, tantalio, platino, terre rare leggere e pesanti. Importa oltre il 96% di elio e l’88% di fosfati di roccia. …

È facile comprendere come vi possano essere delle materie prime che, pur non essendo classificate fra quelle critiche, sono tuttavia strategiche e a rischio, a causa della crescente domanda o dell’avanzamento della tecnologia. …