Combustibili legnosi - Calore sostenibile per gli edifici residenziali

cover

Tipo di pubblicazione : OPUSCOLO


A cura di: L. Castellazzi, V. Gerardi, E. Scoditti, C. Rakos, J. Hass


Editore: ENEA


pp. 16, 2002


Prezzo: gratuito


 

I moderni sistemi di riscaldamento a legna, molto differenti dai vecchi camini o stufe, utilizzano nuovi combustibili legnosi come i "pellets", pastiglie di segatura compressa piuttosto omogenee e standardizzate, e il cippato, costituito da piccole scaglie di legno che possono differire molto per l’origine, la dimensione e l’umidità. Questi combustibili possono essere trasferiti pneumaticamente in appositi serbatoi, in modo analogo a quanto avviene per il gasolio e costituiscono una fonte di energia rinnovabile, economica ed ambientalmente compatibile.

I pellets hanno una densità energetica maggiore rispetto al cippato di legna e quindi necessitano di un volume di accumulo minore; di contro hanno un prezzo maggiore.

Le moderne caldaie a pellets e a cippato sono dotate di sistemi di alimentazione automatici che prelevano il combustibile dal serbatoio di accumulo e lo bruciano rispettando i più alti standard ambientali. Le attuali caldaie a legna sono dotate di accensione automatica e di sistemi per la pulizia degli scambiatori di calore, per la rimozione automatica delle ceneri in modo da limitare e facilitare il più possibile gli interventi manuali di pulizia.

Una nuova generazione di progetti edilizi eco-sostenibili, oltre ad offrire ambienti piacevoli e salubri, consente di ottenere una più ampia e duratura sicurezza nella diversificazione dell’approvvigionamento energetico. Questi progetti associano soluzioni architettoniche ad alta efficienza energetica con sistemi energetici avanzati, spesso costituiti da sistemi di riscaldamento a biomassa integrati con collettori solari.

 


NON DISPONIBILE IN VERSIONE CARTACEA

SCARICABILE IN RETE

IN QUESTA SEZIONE