Artemisia 2

Uno strumento per valutare gli effetti ambientali e sanitari degli inquinanti aeriformi emessi da insediamenti produttivi e per indirizzare la scelta di nuovi siti. Applicazione all'area di Milazzo

cover

Tipo di pubblicazione : VOLUME


A cura di: Maria Cristina Mammarella


Editore: ENEA


pp. 262, 2003


ISBN: 88-8286-047-7


Prezzo: gratuito


 

Obiettivo del Progetto "Fare Patto Ambiente", avviato nell’ambito dell’Accordo di Programma stipulato tra l’ENEA ed il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, era quello di progettare e realizzare una metodologia - ARTEMISIA 2 (Analisi e Ricerca sul TErritorio di siti a Minor Impatto Sanitario e Impatto Ambientale) - che, attraverso un approccio multidisciplinare, fosse in grado di:

  • descrivere la situazione dell’ambiente di una determinata area in relazione agli inquinanti aeriformi immessi in atmosfera e depositati al suolo provenienti da impianti industriali presenti nel territorio;
  • valutare la perturbazione introdotta da un ipotetico nuovo insediamento produttivo determinando per l’uomo, la vegetazione e le acque di falda indicatori di impatto, al fine di consentire l’ottimizzarne della localizzazione.

Individuata la realtà territoriale sulla quale svolgere l’applicazione esemplificativa (l’area di Milazzo, prescelta nell’ambito di un Protocollo di Intesa tra ENEA e Regione Siciliana, Assessorato Territorio ed Ambiente), il Progetto si è sviluppato secondo tre linee di intervento:

  1. creazione ed applicazione del Sistema a Supporto delle Decisioni (DSS) ARTEMISIA 2 all’area di studio;
  2. monitoraggio sperimentale della contaminazione dell’atmosfera, del suolo e dei prodotti agricoli ed applicazione di metodologie di assessment degli effetti nocivi sulla produzione agricola;
  3. studi di epidemiologia ambientale per caratterizzare lo stato di salute delle popolazioni residenti nei Comuni dell’area contigua al polo industriale.

La metodologia ARTEMISIA 2 è stata progettata e realizzata per la Pubblica Amministrazione, dalla collaborazione di vari gruppi di ricercatori ENEA specializzati in diverse discipline: modellistica ambientale, fisica dell’atmosfera, epidemiologia, tossicologia, biologia sanitaria, agronomia, chimica analitica, microbiologia dei suoli, fisiopatologia delle piante ecc.

La metodologia, attraverso una serie di modelli ambientali, è in grado di determinare, per una specifica zona territoriale, in base alle caratteristiche micro-meteorologiche ed ai dati relativi alle emissioni di tutti gli impianti che vi sono situati, lo stato della qualità dell’aria esistente.

Inoltre, con il monitoraggio sperimentale è in grado di ottenere il rilevamento sia della qualità dell’aria a scala stagionale che della contaminazione, del suolo e dei prodotti agricoli.

Attraverso studi di epidemiologia ambientale viene caratterizzato lo stato di salute delle popolazioni residenti nei Comuni dell’area contigua al polo industriale.

La sovrapposizione dei dati relativi ad un nuovo impianto (localizzazione geografica; altezza del camino; temperatura, intensità e velocità di efflusso dell’inquinante aeriforme ecc.) con la situazione della qualità dell’aria esistente precedentemente definita permette, infine, di valutarne l’effetto perturbante sull’ambiente, accertarne la compatibilità con i limiti di qualità dell’aria prescritti dalla normativa vigente, e quindi di scegliere, nella zona, il sito a minor impatto sanitario ed ambientale.

Nel volume sono appunto presentati la metodologia ARTEMISIA 2 e l’applicazione all’area di Milazzo.

ARTEMISIA 2 con tutti i dati provenienti dall’applicazione del DSS, dalle misure sperimentali di monitoraggio ambientale, dagli studi epidemiologici e dalle informazioni ottenute dalla Regione Siciliana, dalla Provincia di Messina e dall’ARPA Sicilia è in un sito WEB.
L’accesso al sito permette a qualsiasi utente di utilizzare la Stazione WEB ARTEMISIA 2 per simulare la presenza di un nuovo impianto nell’area interessata, oppure per interrogare le Banche di Dati alfanumerici e cartografici in essa contenuti.

 


NON DISPONIBILE IN VERSIONE CARTACEA

SCARICABILE IN RETE

IN QUESTA SEZIONE