Accordo di programma MSE/ENEA 2009-2011 - RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO

Risultati del secondo anno di attività

Tipo di pubblicazione: VOLUME


A cura di: Marina Ronchetti


Editore: ENEA


pp. 126, 2012


ISBN: 978-88-8286-265-7


Prezzo: gratuito



 

Il volume illustra i risultati delle attività svolte dall’ENEA, in collaborazione con le principali università nazionali e la società partecipata FN Nuove Tecnologie e Servizi Avanzati, nella seconda annualità (2010) dell’Accordo di Programma 2009-11 con il Ministero dello Sviluppo Economico sulla Ricerca di Sistema Elettrico.

La Ricerca di Sistema riguarda un insieme complesso di attività finalizzate all'innovazione del Sistema Elettrico Nazionale per migliorarne l'economicità, la sicurezza e la compatibilità ambientale, assicurando al Paese le condizioni per uno sviluppo sostenibile. Le attività includono sia temi di ricerca fondamentale sia studi di carattere sistemico e prenormativo e per il loro svolgimento il Ministero dello Sviluppo Economico stipula una serie di Accordi di Programma con vari soggetti, tra cui l’ENEA. Le attività sono finanziate attraverso un fondo (gestito dalla Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico) alimentato dalla componente A5 “contributi per ricerca e sviluppo” della tariffa di fornitura dell’energia elettrica, il cui ammontare viene periodicamente stabilito dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.

Le attività hanno riguardato tre progetti di ricerca all’interno di due grandi aree d’intervento: “Governo, gestione e sviluppo del sistema elettrico nazionale” (studi rivolti allo sviluppo di energia nucleare sia da fissione che da fusione) e “Razionalizzazione e risparmio nell’uso dell’energia elettrica” (sviluppo di tecnologie “smart” per l’integrazione dell’illuminazione pubblica con altre reti di servizi energetici). È opportuno ricordare che con il Piano operativo del 2010 la Ricerca di Sistema ha previsto per la prima volta lo svolgimento di attività nel settore della fusione nucleare. Sono stati condotti studi e ricerche programmati all’interno dell’accordo “Broader Approach” negoziato tra Europa e Giappone, da svolgere parallelamente alla sperimentazione di ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor) e finalizzate ad accelerare lo sviluppo di energia da fusione. In particolare il progetto prevede la realizzazione del magnete superconduttore di una nuova macchina Tokamak denominata JT-60SA, la progettazione e costruzione di un bersaglio per IFMIF (International Fusion Irradiation Facility) per la produzione di neutroni e lo sviluppo di materiali compositi avanzati per applicazioni ad alte temperature.

Nel volume per ognuno dei tre progetti di ricerca viene riportata una descrizione dell’attività svolta e dei principali risultati raggiunti. Maggiori dettagli possono essere acquisiti dal sito ENEA sulla ricerca di sistema, che consente di accedere a tutta la documentazione tecnica prodotta.


NON DISPONIBILE IN VERSIONE CARTACEA


SCARICABILE IN RETE

IN QUESTA SEZIONE