Tubi di calore (termosifoni bifase) per applicazioni solari media-bassa temperatura

Particolari di un Heat Pipe in rameI tubi di calore “heat pipe di tipo evacuato”, applicabili ai pannelli solari, sono attualmente utilizzati principalmente per la produzione di acqua calda sanitaria a bassa temperatura. La ricerca in corso in ENEA punta ad ottenere temperature dell’acqua più elevate ed a ottimizzare alcuni parametri costruttivi e di utilizzo del componente.

Il raggiungimento di temperature maggiori consente l’impiego dell’energia solare per l’alimentazione di pompe di calore ad assorbimento adoperate per la produzione di acqua refrigerata. La temperatura dell’acqua in ingresso ai gruppi frigo ad assorbimento incide pesantemente sulla potenza frigorifera che la macchina è in grado di assicurare: il range entro i quali può variare questa temperatura è 75°C < T< 95°C. Lo scopo è fornire alla macchina acqua di produzione solare ad una temperatura prossima ai T=95°C. Temperature maggiori consentirebbero di considerare altri tipi di pompe di calore ad assorbimento (acqua – ammoniaca)

Schema dell'impianto TOSCAElementi tecnici

La facility sperimentale TOSCA di ENEA, consente, per ogni scelta costruttiva del componente, la prova di elementi singoli e/o plurimi verificandone le prestazioni al variare di alcuni parametri (lunghezza, diametro, spessore, grado di vuoto, tipo di fluido di riempimento) che esterni (potenza fornita, T ingresso acqua) e geometrici (inclinazione tubi).

Con queste informazioni è anche possibile ipotizzare scelte di tipologia e installazione di Heat Pipe dedicate alle diverse richieste e situazioni geografiche.

 

Unità ENEA di riferimento

Unità Tecnica Tecnologie avanzate per l’Energia e per l’Industria – Centro Ricerche Casaccia

Referente

Andrea Mariani, mariani_a@enea.it

Tipologia di servizio: Sviluppo tecnologie, Qualificazione e certificazione

Effetti.jpg