Display

News

07/11/2014

Ricerca: ENEA svela enzima responsabile del sapore dello zafferano

Un team di ricercatori del Centro Ricerche ENEA Casaccia ha sviluppato un metodo biotecnologico per produrre picrocrocina, la molecola responsabile del gusto dello zafferano, e il safranale, il composto che invece contribuisce al suo aroma, utili nel settore dell’industria agroalimentare per riprodurne le caratteristiche sensoriali. I risultati degli studi condotti in collaborazione con l’Università spagnola di Castilla-La Mancha sono stati pubblicati sulla rivista internazionale New Phytologist.

Ricerca: ENEA svela enzima responsabile del sapore dello zafferano - Leggi il resto

Energia: nuovo metodo per individuare politiche di decarbonizzazione efficaci

Un nuovo metodo per valutare le tecnologie energetiche presenti sul territorio nazionale per tracciare un percorso verso la decarbonizzazione del sistema nazionale. Questo l’oggetto dello studio dal titolo “Valutazione dello stato e del potenziale di sviluppo delle tecnologie energetiche nel percorso di decarbonizzazione dei sistemi produttivi e dei servizi” che sarà presentato a Roma il prossimo 30 gennaio presso la sede legale dell’ENEA.

Energia: nuovo metodo per individuare politiche di decarbonizzazione efficaci - Leggi il resto

Risparmio energetico: arriva la serra bioclimatica che taglia la bolletta

ENEA ha progettato e realizzato una serra bioclimatica dotata di un orto idroponico, che permetterà di studiare e valutare le nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su cui l’Agenzia sta sperimentando le più moderne soluzioni di risparmio energetico, tra cui pareti e tetti “verdi”.

Risparmio energetico: arriva la serra bioclimatica che taglia la bolletta - Leggi il resto

Energia: al via Salva il kilowattora, la settimana del risparmio energetico nelle scuole

Ai nastri di partenza la settimana del risparmio energetico Salva il kilowattora, in programma dal 3 al 9 febbraio e rivolta a studenti e insegnanti, ma anche alle famiglie, per sperimentare in prima persona i comportamenti anti spreco. Online anche nuovo sito ENEA sull’efficienza energetica.

Energia: al via Salva il kilowattora, la settimana del risparmio energetico nelle scuole - Leggi il resto

Imprese: un marchio green per valorizzare i prodotti made in Italy

Migliorare il profilo ambientale di alcuni prodotti italiani dei settori agroalimentare (caffè, formaggio, prodotti da forno, gelati e ortofrutta), cosmetici, serramenti e pellame attraverso la diffusione del marchio “Made Green in Italy” (MGI) che punta a valorizzare i prodotti italiani con le migliori prestazioni ambientali. È questo l’obiettivo del progetto LIFE MAGIS (MAde Green in Italy Scheme), coordinato da ENEA e co-finanziato dal Programma Ue LIFE, per diffondere la valutazione dell’impronta ambientale dei prodotti (PEF), in linea con le iniziative europee per la promozione della green economy.

Imprese: un marchio green per valorizzare i prodotti made in Italy - Leggi il resto

Sicurezza alimentare: al via progetto per servizi di eccellenza a istituzioni, imprese e consumatori

Passi in avanti per l’infrastruttura di ricerca METROFOOD, coordinata da ENEA, che coinvolge oltre 2.200 ricercatori di 48 tra le maggiori istituzioni di 18 Paesi europei impegnate nel campo della sicurezza e tracciabilità degli alimenti. Oggi a Lisbona con il kick-off meeting di Lisbona ha preso infatti il via la fase, detta METROFOOD Preparatory Phase, che punta a condurre l’infrastruttura ad un livello organizzativo e gestionale ottimale, anche attraverso l’assunzione di una propria identità giuridica.

Sicurezza alimentare: al via progetto per servizi di eccellenza a istituzioni, imprese e consumatori - Leggi il resto

Energia: ENEA nel progetto Ue per lo sviluppo sostenibile dell'eolico

Migliorare l’accettabilità sociale e promuovere lo sviluppo sostenibile dell’eolico in alcune regioni di sei Paesi europei (Italia, Germania, Lettonia, Norvegia, Polonia e Spagna), dove la produzione di energia dal vento è diffusa in maniera limitata. È questo l’obiettivo del progetto europeo WinWind, finanziato dal programma Ue Horizon 2020 e coordinato per l’Italia da ENEA e dalla società Ecoazioni, con il coinvolgimento delle Regioni Lazio e Abruzzo.

Energia: ENEA nel progetto Ue per lo sviluppo sostenibile dell'eolico - Leggi il resto

Materie prime critiche: da ENEA tecnologie innovative e buone pratiche per il recupero del fosforo

Oltre 20 tra tecnologie e buone pratiche, ma anche nuove norme, analisi di mercato e strategie di comunicazione per l’elaborazione di un piano di sostenibilità a lungo termine. Sono i primi risultati della Piattaforma Nazionale del Fosforo promossa dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e gestita da ENEA con l’obiettivo di promuovere l’uso efficiente delle risorse di questa materia prima critica e di limitarne la dipendenza dalle importazioni.

Materie prime critiche: da ENEA tecnologie innovative e buone pratiche per il recupero del fosforo - Leggi il resto

Antartide: progetto "Beyond EPICA - Oldest Ice", in costruzione il campo base per lo studio del clima globale

Al via in Antartide i lavori del progetto internazionale Beyond EPICA – Oldest Ice per la costruzione del campo base che permetterà a esperti di 12 istituzioni provenienti da 10 paesi europei, tra cui l’Italia con il programma PNRA, di studiare e ricostruire il clima globale degli ultimi 1,5 milioni di anni.

Antartide: progetto "Beyond EPICA - Oldest Ice", in costruzione il campo base per lo studio del clima globale - Leggi il resto

Innovazione: ENEA punta sui nanomateriali per batterie litio-zolfo

Al via una nuova linea di ricerca ENEA che punta a rendere le batterie litio-zolfo un prodotto competitivo per costi di produzione e prestazioni, rispetto a quelle litio-ione. I nuovi accumulatori, infatti, promettono di essere più economici (lo zolfo è un sottoprodotto dell’industria petrolifera), di pesare meno e, a parità di peso, di potere immagazzinare quasi il doppio dell’energia (300 Wh/kg)

Innovazione: ENEA punta sui nanomateriali per batterie litio-zolfo - Leggi il resto

Dissesto idrogeologico: dalla Sicilia un modello di controllo del territorio con il satellite

Monitorare il dissesto idrogeologico di un territorio utilizzando immagini satellitari fornite dalla rete ‘CosmoSkyMed’ dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). È questo l’obiettivo dell’accordo tra ENEA, l’azienda Planetek Italia e il Comune di Messina per garantire la sicurezza del territorio della frazione di Altolìa.

Dissesto idrogeologico: dalla Sicilia un modello di controllo del territorio con il satellite - Leggi il resto