Display

News

07/11/2014

Agricoltura: da ENEA nuova tecnologia smart contro le invasioni di specie esotiche dannose

A causa del riscaldamento climatico nuove aree di Europa, Asia e America potrebbero diventare ambienti favorevoli, entro pochi anni, alla diffusione di insetti dannosi per l’agricoltura, come la tignola del pomodoro (Tuta absoluta), in grado di colpire le coltivazioni di pomodoro, patata e melanzana. Ora, uno studio internazionale realizzato nell’ambito del progetto europeo MED-GOLD coordinato da ENEA e pubblicato su Biological Invasions ha messo in campo una tecnologia resa disponibile grazie a una lunga collaborazione tra l’Agenzia e l’Università della California a Berkeley per prevedere il potenziale invasivo in Europa e in Nord Africa ma anche in aree non ancora colpite dalla tignola del pomodoro, come Stati Uniti d’America e Messico.

Agricoltura: da ENEA nuova tecnologia smart contro le invasioni di specie esotiche dannose - Leggi il resto

Salute: verso una cura innovativa delle lesioni del midollo spinale

Un prototipo di supporto elettrificato necessario al trapianto delle cellule staminali per la rigenerazione delle lesioni del midollo spinale. È quanto si sta mettendo a punto quest’anno dal progetto europeo RISEUP, che riunisce in un consorzio a guida ENEA partner italiani (Sapienza Università di Roma e l’azienda Rise Technology srl), spagnoli (Universitat Politècnica de València, UPV, e Centro Investigación Príncipe Felipe, CIPF) e francesi (Centre National de la Recherche Scientifique, CNRS).

Salute: verso una cura innovativa delle lesioni del midollo spinale - Leggi il resto

Agricoltura: grano duro, allo studio nuove varietà tolleranti a siccità, alte temperature e salinità del suolo

Accrescere la capacità di risposta e adattamento agli stress ambientali del frumento duro è l’obiettivo del progetto IMPRESA, finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca con oltre 700mila euro, che vede coinvolta l’Italia con ENEA e Università della Tuscia (coordinatore), insieme a istituzioni scientifiche di Turchia (Università di Harran), Algeria (Università di Ferhat Abbas Sétif e Centre de Recherche Scientifique et Technique sur les Régions Arides) e Tunisia (Center of Biotechnology of Sfax).

Agricoltura: grano duro, allo studio nuove varietà tolleranti a siccità, alte temperature e salinità del suolo - Leggi il resto

Nucleare: ENEA presenta drone per controllo emergenze

ENEA ha sviluppato un drone innovativo per la ricerca e la localizzazione delle sorgenti radioattive, utile in casi di emergenza radiologica e nucleare. L’innovazione sarà presentata oggi a partire dalle ore 16 in diretta sulla pagina Facebook di Roma Drone Webinar Channel, il canale in streaming specializzato in normativa, tecnologia e mercato dei droni.

Nucleare: ENEA presenta drone per controllo emergenze - Leggi il resto

Ambiente: a rischio produzione di legname in Italia per inquinamento da ozono

In Italia il valore economico delle foreste è calato del 10% a causa dell’inquinamento da ozono che ha determinato, di pari passo, una riduzione di oltre l’1% della superficie forestale destinata alla produzione di legname, con un danno potenziale che potrebbe arrivare fino a 2,85 miliardi di euro (circa 870 euro per ettaro).

Ambiente: a rischio produzione di legname in Italia per inquinamento da ozono - Leggi il resto

Agricoltura: da ENEA sistema innovativo per coltivare verdure in casa

Coltivare verdure in casa grazie ad un nuovo sistema semplice, sostenibile, low-cost e senza uso di pesticidi, che prevede illuminazione di precisione, ventilazione mirata e uso minimo d’acqua. Lo stanno sperimentando i ricercatori ENEA impegnati in attività del settore della coltivazione non convenzionale presso i laboratori della Divisione Biotecnologie e Agroindustria.

Agricoltura: da ENEA sistema innovativo per coltivare verdure in casa - Leggi il resto

Ambiente: economia circolare, ENEA sperimenta gli Urban Living Lab

Educare all’economia circolare attraverso il coinvolgimento dei cittadini nella promozione di buone pratiche e in attività di formazione. Sono questi gli obiettivi del progetto RECiProCo , realizzato grazie a una convenzione tra ENEA e Ministero dello Sviluppo Economico, che mirano a un cambiamento dei comportamenti verso un consumo più consapevole e responsabile e alla diffusione di best practice sul territorio.

Ambiente: economia circolare, ENEA sperimenta gli Urban Living Lab - Leggi il resto

Beni culturali: tecnologie antivibrazioni in soccorso del Sarcofago degli Sposi al Museo Nazionale Etrusco a Roma

Una piattaforma antivibrazioni per ridurre gli effetti del traffico quotidiano e proteggere da eventuali scosse di terremoto il “Sarcofago degli Sposi”, tra i maggiori capolavori dell’arte etrusca giunti fino a noi, conservato nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. È quanto realizzerà il team multidisciplinare che riunisce esperti di ENEA, società di ingegneria Somma e università Roma Tre e Sapienza (coordinatore), nell’ambito del progetto MONALISA (MONitoraggio Attivo e Isolamento da vibrazioni e Sismi di oggetti d’Arte), che si è classificato primo tra gli 81 partecipanti al bando LazioInnova finanziato dalla Regione Lazio.

Beni culturali: tecnologie antivibrazioni in soccorso del Sarcofago degli Sposi al Museo Nazionale Etrusco a Roma - Leggi il resto

Salute: al via studio sull’impatto dell’inquinamento dell’aria nei luoghi di lavoro

Valutare gli effetti sulla salute dei livelli di particolato atmosferico in relazione al microclima nei diversi ambienti di lavoro al chiuso. È questo l’obiettivo dello studio avviato dall’Inail con ENEA, Sapienza Università di Roma, Università di Cagliari e Cnr. “Si tratta di una nuova indagine scientifica nell’ambito del nostro progetto ‘VIEPI - Valutazione Integrata dell’Esposizione al Particolato Indoor’ che si occupa di studiare le correlazioni esisitenti tra le misure di particolato atmosferico e le condizioni micro climatiche negli ambienti indoor, per la comprensione delle implicazioni legate alle esposizioni lavorative”, sottolinea Armando Pelliccioni, ricercatore dell’Inail e coordinatore scientifico del progetto VIEPI.

Salute: al via studio sull’impatto dell’inquinamento dell’aria nei luoghi di lavoro - Leggi il resto

Agricoltura: ENEA al fianco dei produttori di olio, vino e pasta contro gli effetti dei cambiamenti climatici

Olio d’oliva, vino e pasta, elementi chiave della dieta mediterranea tutelata dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, potranno contare sui servizi climatici messi a punto da MED-GOLD, il principale progetto di ricerca UE su clima e agricoltura che ha coinvolto 16 partner in 6 Paesi diversi, tra cui in Italia ENEA per il coordinamento globale e Barilla per la pasta. I servizi climatici offerti permettono di trasformare dati climatici e altre informazioni in trend, analisi economiche, proiezioni e tendenze su scale temporali diverse, dalle poche settimane fino ai decenni, e forniscono supporto alle decisioni strategiche nonché all’adozione di buone pratiche nel settore agricolo.

Agricoltura: ENEA al fianco dei produttori di olio, vino e pasta contro gli effetti dei cambiamenti climatici - Leggi il resto

Formazione: ENEA, corso online gratuito per giornalisti su PNRR e transizione ecologica (28 e 29 marzo 2022)

ENEA organizza lunedì 28 e martedì 29 marzo (ore 9,30-16,30) il corso online gratuito per giornalisti dal titolo “Rivoluzione verde e transizione ecologica - La Missione 2 del PNRR tra obiettivi green, caro-energia, innovazione e comunicazione”, suddiviso in 4 moduli da 3 ore ciascuno (12 crediti complessivi), nell’ambito delle attività per la formazione continua dell’Ordine dei giornalisti. Ricercatori ENEA, esperti di settore, comunicatori istituzionali e giornalisti affronteranno il tema della crescita in chiave sostenibile e della comunicazione in quattro sessioni dedicate alle Componenti della Missione 2 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Formazione: ENEA, corso online gratuito per giornalisti su PNRR e transizione ecologica (28 e 29 marzo 2022) - Leggi il resto

Agricoltura: cambiamenti climatici, studio sull’invasività delle mosche tropicali della frutta

Il clima della maggior parte del Mediterraneo, del resto del territorio Ue e dell’America centro-settentrionale non si presenta attualmente adatto all’insediamento delle mosche tropicali della frutta, anche se la loro distribuzione geografica potenziale varia in maniera significativa. È quanto emerge dalla ricerca internazionale alla quale hanno partecipato istituzioni di quattro continenti, tra cui ENEA che ha studiato gli effetti del cambiamento climatico sull’invasività di questi insetti.

Agricoltura: cambiamenti climatici, studio sull’invasività delle mosche tropicali della frutta - Leggi il resto