Cluster
  • ENERGIA
Codice ATECO
C20

Tecnologia ENEA

LABORATORIO DI RICERCA E CARATTERIZZAZIONE DI FLUIDI TERMICI


Livello di Maturità Tecnologica (TRL)

4

Aspetti innovativi e relativi benefici

Qualificazione e miglioramento di fluidi termici utilizzati come sistemi di trasferimento o stoccaggio di calore in impianti solari a concentrazione (CSP).

L’obiettivo è migliorare le prestazioni e l’affidabilità di tali componenti, in maniera da contribuire ad una riduzione dei costi degli impianti CSP, con lo scopo finale di produrre energia termica ed elettrica ad alta efficienza e basso costo.

Utilizzo

I fluidi termici investigati sono generalmente miscele di nitrati alcalini, o alcalino terrosi (calcio), che presentano punti di congelamento da 240°C a scendere e sono chimicamente stabili fino a 400-660°C, a seconda della composizione. Vengono utilizzati sia come fluidi di scambio termico in sistemi attivi, sia come materiali di accumulo di calore in sistemi attivi e passivi.
La ricerca è attualmente focalizzata sul miglioramento delle proprietà termofisiche di questi fluidi, in particolare sul decremento del punto di congelamento e sul miglioramento della stabilità termica e della compatibilità con i materiali da costruzione dei componenti per impianti per CSP.

Attività svolte e in corso

Il laboratorio dispone di competenze e apparecchiature per la sintesi e la caratterizzazione di fluidi termici, con misure di: punti inizio solidificazione e fusione, calore specifico, calore latente, viscosità dinamica, densità, stabilità termica, compatibilità con altri materiali. In questo ambito, il laboratorio ha partecipato ad attività di ricerca e tuttora partecipa, a diversi progetti nazionali ed europei, che riguardano lo sviluppo e la qualificazione di sistemi di scambio termico e accumulo di energia, per impianti a sali fusi.

Referente

Salvatore Sau (salvatore.sau <at> enea.it)