Cluster
  • AGRIFOOD
  • TECNOLOGIE PER GLI AMBIENTI DI VITA
Codice ATECO
A01

Tecnologia ENEA

MICROCOSMO PER L’ALLEVAMENTO DI PIANTE SOTTO CONDIZIONAMENTO BIOTICO E ABIOTICO


Livello di Maturità Tecnologica (TRL)

4

Aspetti innovativi e relativi benefici

Il Microcosmo per l’allevamento di piante sotto condizionamento biotico ed abiotico consente di allevare vegetali terrestri in ambiente confinato e in condizioni ambientali date. È un ambiente in cui è possibile controllare e gestire condizioni microambientali diverse e diversificate tra la parte destinata all’alloggiamento della parte epigea e la parte destinata all’alloggiamento della parte ipogea dei vegetali. Al suo interno è possibile allevare anche organismi di diversa natura sia in planta sia nell’ambiente di coltivazione della pianta, contenendo la diffusione di simbionti, patogeni e parassiti sia dall’ambiente esterno sia verso l’ambiente esterno. Modularità, componibilità e accessibilità degli allestimenti consentono applicazioni in azioni di ricerca estremamente diversificate.
Le caratteristiche costruttive consentono di collocarlo in stazioni di ridotta estensione, poste all’interno oppure all’esterno. L’apparecchiatura può alloggiare allestimenti sensoristici per il rilevamento di diversi parametri microambientali. Il sistema consente la gestione remota di tutte le funzionalità, permettendo la dislocazione anche in stazioni meno accessibili. Il Microcosmo è sotto iter di brevetto nazionale e internazionale (Brevetto ENEA 813).

Utilizzo

Il Microcosmo consente di effettuare sperimentazioni finalizzate a:
A. Correlare alterazioni ambientali con alterazioni metaboliche e fenotipiche, per comprendere gli effetti di modifiche indotte nell’ambiente di crescita sulle funzioni vegetali.
B. Sviluppare e validare modelli di previsione delle risposte dei vegetali alle modifiche nelle condizioni ambientali.
Mettere a punto protocolli agronomici per indurre risposte utili nel sistema pianta agendo sull’ambiente di crescita.

Attività svolte e in corso

Il Microcosmo è stato realizzato nell’ambito del Laboratorio Pubblico Privato TRIPODE, in collaborazione con FOS S.r.l. e Sesmat S.r.l., nell’ambito del Progetto PON02_00556_3420580 SMARTAGS ed è attualmente impiegato per studiare l’emissione di composti organici volatili emessi da piante e l’effetto di luce emessa da dispositivi innovativi sulle prestazioni dei vegetali.

Referente

Luigi D'Aquino (luigi.daquino <at> enea.it)