Consorzio Falcon

FOSTERING ALFRED CONSTRUCTION (https://falcon.brasimone.enea.it/)

Falcon.jpgFALCON è un consorzio internazionale che ha come obiettivo la promozione della costruzione di ALFRED presso il centro rumeno di Pitesti.

Sotto la guida di Ansaldo Nucleare con ENEA e ICN, sta perseguendo la riprogettazione di ALFRED, così come la definizione di una roadmap di ricerca e sviluppo e licensing.

FALCON riunisce in sé tutte le organizzazioni europee che condividono l'obiettivo di rendere ALFRED non solo il dimostratore dell’ LFR ma anche il prototipo di un'unità commerciale LFR che sia competitiva nel segmento SMR, entro il 2035-2040.

FirmaFalcon.jpgLa prima versione del consorzio FALCON è stata firmata il 18/12/2013. A seguito di questo primo accordo sono state condotte azioni mirate ad organizzare le attività di promozione, diffusione e progettazione preliminare, implementare la roadmap, valutare i costi del progetto, identificare le più opportune fonti di finanziamento, e allargare il numero dei partecipanti tramite iniziative di promozione internazionali.

In seguito alle ulteriori dichiarazioni del Governo Rumeno, che rafforza il supporta al progetto ALFRED come Major Project, e vista la volontà di altri istituti di entrare nel Consorzio, con il relativo interesse internazionale che ne è scaturito, i partner hanno deciso di propagare il consorzio fino alla fine del 2019, rivedendo in parte i suoi obiettivi, che si possono così sintetizzare:

¾    ampliare la partnership oltre i partner primi segnatari (ANSALDO NUCLEARE, ENEA e ICN), definendo i criteri “criteria” per l’allargamento ad altri partner “supporting organizations”;

¾    accesso nel breve termine ai fondi infrastrutturali “ERDF” rumeni (fino a 50 M€) disponibili per i Minor Project, per dar seguito alla prima fase del Consorzio “viability phase”;

¾    inserimento del progetto ALFRED come Major Project nel piano competitivo rumeno (budget che può coprire fino all’ 85% del progetto).

Il Consorzio è quindi supportato da un forte impegno del governo Rumeno, che sta predisponendo tutte le azioni necessarie a livello nazionale ed Europeo per portare il progetto ALFRED fra i Major Project finanziati dai fondi infrastrutturali europei (ERDF).

Nel caso il Consorzio dovesse raggiungere gli obiettivi previsti, previo accordo dei partner, questo potrebbe anche evolvere in una entità legale che possa provvedere a gestire il progetto e i budget derivanti.

Per ENEA ed ANSALDO NUCLEARE far parte del Consorzio FALCON rappresenta una opportunità estremamente importante, poiché permettere ad entrambi di conservare la leadership Europea sulla tecnologia sviluppata, di partecipare al progetto ALFRED in Romania quando finanziato dal Governo Rumeno attraverso i fondi Europei, di accedere ai fondi dei progetti EURATOM che finanziano le attività di R&S nel settore.

Tutto ciò avrebbe come diretta conseguenza un forte trasferimento tecnologico con la conseguente penetrazione dell’industria italiana del settore energetico e manifatturiero ad elevato contenuto tecnologico nel mondo della ricerca e nel nucleare di nuova generazione, a complemento di quanto viene già fatto in ambito Fusione.

A supporto di ciò, e per avere una maggiore incisività in Europa, è stato elaborato da ENEA e ANSALDO NUCLEARE un POSITION PAPER in cui viene ribadito il ruolo italiano nel progetto ALFRED e nel Consorzio FALCON.

In parallelo anche la Romania ha provveduto all’elaborazione di un proprio POSITION PAPER, coerente con quello italiano.

PositionPaper.jpg

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’ Ing. Michele Frignani (Ansaldo Nucleare) oppure all’ Ing. Mariano Tarantino (ENEA).