Istituto di Radioprotezione

L’Istituto di Radioprotezione (IRP) dell’ENEA accorpa le attività e competenze di radioprotezione che contribuiscono ad entrambe le Missioni dell’Agenzia: "Ricerca e innovazione" (che include la fornitura di servizi tecnici avanzati per terzi) e "Servizi istituzionali e generali" per le attività rivolte all’interno dell'Agenzia. Le attività hanno 3 finalità principali:

  • sorveglianza fisica di radioprotezione, sorveglianza ambientale, monitoraggio individuale dei lavoratori esposti e formazione ai sensi di legge (D.lgs.230/95 e s.m.i.) per l'ENEA per tutte le attività nei vari Centri con rischi da radiazioni ionizzanti, inclusi gli impianti nucleari di ricerca;
  • attività di ricerca e sviluppo per valutazioni di radioprotezione e misura delle radiazioni ionizzanti;
  • fornitura di servizi tecnici avanzati per oltre 250 Utenti esterni (PPAA, inclusi Enti di ricerca (es. INFN, CNR, I.S.P.R.A.), società (e.g. Nucleco, SOGIN, ENI) e privati) nel campo della radioattività ambientale, dosimetria individuale per esposizione esterna e contaminazione interna, misure radiometriche, taratura strumentazione, monitoraggio del gas radon.

 

L’insieme di competenze, di risorse strumentali e di prestazioni tecniche dell’Istituto, prevalentemente nate e realizzate per far fronte alle esigenze interne dell’Agenzia, costituiscono un presidio tecnico-scientifico, completo e multi-disciplinare nel campo dei metodi analitici e di dosimetria delle radiazioni ionizzanti, della caratterizzazione radiologica di siti e di valutazioni di radioprotezione per impianti nucleari, inclusi quelli dedicati alla fusione nucleare, ed acceleratori di particelle. Tale presidio è messo al servizio del Sistema Paese per le attività nazionali con impiego di radiazioni ionizzanti e nucleari di ricerca, industriali e sanitarie e contribuisce al ruolo di ENEA di “TSO” (Technical Support and Scientific Organization) per le Autorità nazionali nel campo della radioprotezione.

Oltre a garantire per l'Agenzia l’adempimento di legge ai fini della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per gli aspetti di radioprotezione, l’Istituto mantiene e aggiorna le competenze specialistiche attraverso attività di ricerca e sviluppo, partecipazione a gruppi di lavoro e commissioni di normativa tecnica nazionali ed internazionali (es. UNI, ISO, IEC, CE, EURADOS, IAEA, ICRU); ciò anche al fine di garantire la qualità dei servizi interni all’Agenzia, di sviluppare e aggiornare i metodi e le tecniche di radioprotezione impiegati. D’altra parte, come di consueto, le attività dei servizi tecnici avanzati saranno sottoposte a verifiche tecniche nazionali ed internazionali (es. PROCORAD, IAEA, EURADOS, PHE).

PUBBLICATO IL: 24/07/2017

AGGIORNATO IL: 31/10/2017