Display

Fusione e sicurezza nucleare

ENEA ed Eni alleate per progetto internazionale DTT da 600 milioni di euro

L’Italia sale alla ribalta dello scenario internazionale con un progetto da oltre 600 milioni di euro che vede ENEA ed Eni in un’alleanza strategica per l’energia del futuro, sostenibile, sicura e inesauribile. Si tratta del grande polo scientifico-tecnologico sulla fusione DTT (Divertor Tokamak Test), che verrà realizzato nel Centro Ricerche ENEA di Frascati (Roma) dalla società DTT Scarl, di cui Eni avrà il 25%, ENEA il 74% e il Consorzio CREATE l’1%. Le ricadute del progetto sul PIL nazionale sono stimate in circa due miliardi di euro con la creazione di 1.500 nuovi posti di lavoro, dei quali i 500 diretti, tra scienziati e tecnici.

ENEA ed Eni alleate per progetto internazionale DTT da 600 milioni di euro - Leggi il resto

Innovazione: sulla rivista ENEA 'l'energia delle stelle' e la road map cinese

Il nuovo numero del magazine Energia Ambiente e Innovazione è disponibile sul sito ENEA e su App. È online il magazine ENEA “Energia, Ambiente e Innovazione” dedicata all’“energia delle stelle”, la grande sfida per produrre energia pulita, sostenibile e senza scorie che vede unite le maggiori istituzioni di ricerca e le grandi eccellenze dell’imprenditoria di tutta Europa. Oltre ad essere disponibile online sul sito ENEA, ora il magazine ENEA è consultabile anche su App gratuita per smartphone Android e iOS.

Innovazione: sulla rivista ENEA 'l'energia delle stelle' e la road map cinese - Leggi il resto

Energia: industria italiana leader Ue con oltre 1,2 miliardi di contratti per prima centrale a fusione

Studio ENEA- Università Cattaneo sulle ricadute del progetto ITER. Con oltre 1,2 miliardi di contratti acquisiti per la realizzazione della prima centrale a fusione al mondo, l’industria italiana dell’alta tecnologia raggiunge un nuovo traguardo

Energia: industria italiana leader Ue con oltre 1,2 miliardi di contratti per prima centrale a fusione - Leggi il resto

Energia: ENEA, record per eolico e solare, in calo consumi ed emissioni (-3%)

Nel I trimestre dell’anno torna in positivo l’indice ISPRED. Forte balzo in avanti della produzione di energia elettrica da eolico e solare che segna un +24% nel primo trimestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2018; in forte calo l’idroelettrico (-12%) e segno negativo anche per i consumi di energia (-3%) e le emissioni di anidride carbonica (-3%).

Energia: ENEA, record per eolico e solare, in calo consumi ed emissioni (-3%) - Leggi il resto