Caratterizzazione chimico-fisica e microstrutturale

La caratterizzazione microstrutturale e chimico-fisica è finalizzata all’ottimizzazione dei parametri di processo in fase di sviluppo e alla definizione delle caratteristiche dei materiali. Le tecniche impiegate includono: microscopia ottica, microscopia elettronica con microanalisi (SEM-EDS), diffrattometria a raggi x (XRD), analisi termogravimetrica (TG-DTA), spettroscopia di emissione atomica (ICP-OES), spettrofotometria, microscopia ad epifluorescenza  e analisi reologica.