Tecnologie per lo sviluppo di rivestimenti e film sottili

L’applicazione di un rivestimento o di un film sottile prevede una progettazione integrata di superficie e substrato, così da ottenere un componente con variazioni graduali delle sue funzioni e da offrire un notevole miglioramento delle prestazioni garantendo al contempo l’efficienza di costi (es. impiego di substrati a basso costo, alleggerimento strutturale, etc.). Le finalità possono essere indirizzate a:

  • aumentare la durabilità del componente costituito generalmente da materiali poco costosi
  • ottenere proprietà superficiali specifiche e diverse da quelle dell’interno del materiale effettuando la funzionalizzazione della superficie
  • fabbricare dispositivi funzionali.

 

I trattamenti funzionali, sono prevalentemente effettuati per aumentare la resistenza a corrosione, ossidazione e/o a usura e a fatica, oppure per conferire una particolare funzione ottica, elettrica, magnetica, adesiva o antiadesiva, di passivazione, di biocompatibilità, di ridotto coefficiente di attrito, idrofobica, oleofobica, di isolamento termico o elettrico e così via. Le tipologie di substrato ad oggi impiegati sono ceramici monolitici non ossidici, compositi fibrorinforzati, vetri, piastrelle ceramiche, leghe leggere, acciai inossidabili e acciai da costruzione.

  • Processi sol-gel (dip, spin, spray-coating)
  • Spray pirolisi
  • Deposizione chimica in fase vapore (CVD, Chemical Vapour Deposition)
  • Slurry-coating
  • Pack-cementation
  • Deposizione elettroforetica