Rapporto istruzione: ragazze vittime stereotipi di genere

In ritardo sulle competenze matematiche

Roma, 14 set. (askanews) - Secondo un nuovo rapporto pubblicato oggi dall'UNICEF, le ragazze di tutto il mondo sono in ritardo rispetto ai ragazzi per le competenze matematiche, e tra le cause principali ci sono il sessismo e gli stereotipi di genere. Il rapporto "RISOLVERE L'EQUAZIONE: aiutare ragazze e ragazzi a imparare la matematica" presenta nuove analisi dei dati relativi a oltre 100 Paesi e territori.  Il rapporto rileva che i ragazzi hanno probabilità fino a 1,3 volte maggiori di ottenere competenze matematiche rispetto alle ragazze. Le norme di genere e gli stereotipi negativi spesso sostenuti da insegnanti, genitori e coetanei sull'innata incapacità delle ragazze di comprendere la matematica contribuiscono a questa disparità. Ciò mina anche la fiducia delle ragazze in se stesse, rendendole inclini al fallimento, si legge nel rapporto.

"Le ragazze hanno la stessa capacità di apprendere la matematica dei ragazzi: ciò che manca loro è una pari opportunità di acquisire queste competenze fondamentali", ha dichiarato il Direttore generale dell'UNICEF Catherine Russell. "Dobbiamo sfatare gli stereotipi e le norme di genere che frenano le ragazze e fare di più per aiutare ogni bambino ad apprendere le competenze fondamentali di cui ha bisogno per avere successo a scuola e nella vita".

Nel rapporto si legge che l'apprendimento delle competenze matematiche rafforza la memoria, la comprensione e l'analisi, migliorando a sua volta la capacità dei bambini di creare. In vista del vertice delle Nazioni Unite "Transforming Education", che si terrà la prossima settimana, l'UNICEF avverte che i bambini che non padroneggiano la matematica di base e altri apprendimenti fondamentali possono avere difficoltà a svolgere compiti essenziali come la risoluzione di problemi e il ragionamento logico.