Visibilità-invisibilità delle donne nella scienza

Conferenza organizzata dal Comitato Unico di Garanzia dell'ENEA, nell’ambito delle iniziative promosse dal Parlamento Europeo “L’Europa è per le donne” - Roma, 14 marzo 2012
Quando 14/03/2012
dalle 09:30 alle 13:00
Dove Roma
Persona di riferimento
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

La scienza è apparentemente neutra rispetto al genere ma è fatta da persone che neutre non sono.

Il processo di visibilità della donna nel mondo del lavoro è lento ed è ancora più lento nel campo della scienza e della tecnologia.
È spesso detto a gran voce che la scarsa presenza femminile nella ricerca abbia come conseguenza problemi d’ingiustizia sociale e spreco di risorse. E’ d’altro canto convinzione comune che la presenza femminile in tutte le discipline scientifiche e a tutti i livelli dia risalto alla diversità e favorisca il progresso e l’eccellenza.

Come spiegare i motivi della scarsa presenza femminile nella storia della scienza? Ma perché gli steccati nelle discipline “eccellenti”?

Ma perché, per ottenere promozioni pari a quelle di un ricercatore, una ricercatrice deve essere 2,6 volte più brava ?

Quali sono i motivi di questa sproporzione?

Si può abbattere il soffitto di cristallo?

Ma perché il precariato penalizza i giovani e le donne?

Ma perché una maggiore presenza di donne potrebbe avere ricadute positive per la ricerca?

Tanti sono i perché a cui bisogna dare delle risposte!

PROGRAMMA