La produzione di enegia primaria

La produzione di energia primaria (vedi tabella 3)  nel Mondo ha raggiunto nel 2010 i 12789,25 milioni di tep, il 71% della quale prodotta nei Paesi del G20.

I livelli di consumo e produzione globali naturalmente quasi si equivalgono, ma presentano notevoli differenze nella distribuzione tra paesi. La Cina, la Russia e gli Stati Uniti superano ciascuno la produzione primaria dell’insieme dei Paesi dell’EU-27, pari a 835,30 milioni di tep nel 2010. Tra il 2000 e il 2010 la produzione di energia primaria totale al mondo è aumentata di circa il 26%. Nello stesso periodo la Cina ha più che raddoppiato la propria produzione, il Brasile e l’Indonesia l’hanno incrementata del 70% circa, e l’Australia, l’India e la Corea del Sud hanno registrato incrementi superiori alla media, mentre Giappone e EU-27 hanno registrato livelli di produzione di energia primaria nel 2010 inferiori a quelli del 2000.

Il mix di fonti energetiche (vedi tabella 3) utilizzato per la produzione di energia primaria varia da paese e paese e tra aree geoeconomiche. In Sud Africa, Australia e Cina più dei ¾ di produzione primaria proviene da carbone e lignite, in Corea del Sud e Giappone il contributo maggiore proviene dal nucleare. All’uso di rinnovabili e rifiuti (circa 30%) il Brasile unisce quello di petrolio, e India e Turchia quello di carbone e lignite. Argentina, Canada e Stati Uniti hanno larghe quote di produzione primaria imputabili a fonti fossili nessuna delle quali supera il 50%, manifestazione di una certa diversificazione e disponibilità delle fonti e di attenzione alla sicurezza di approvvigionamento.

La produzione dell’ EU-27, che rappresenta il 6,53% del totale mondiale (era il 9,41% nel 2000) è, nel suo insieme, più equamente distribuita per fonti rispetto ad altre aree geoeconomiche, dimostrando che nel Continente oltre alla disponibilità di tutte le fonti fossili e dell’idroelettrico esiste una politica differenziata sia per il nucleare sia per altre rinnovabili (vedi figura sotto).

A livello globale, le rinnovabili e i rifiuti hanno contribuito alla produzione primaria di energia per il 11,29% e al 14% del CIL. Brasile, Indonesia , India e Canada, come produttori contano per una percentuale maggiore di quella del loro CIL (vedi tabella 2 e tabella 3), il che riflette la loro posizione di esportatori di fonti fossili.

 

Produzione di energia primaria, EU-27, 2010 (% del totale, basato su tonnellate di tep)



ten00078, ten00081 and ten00082)

 

Sviluppo della produzione di energia primaria (per tipo di combustibile), EU-27, 2000-2010 (2000=100, basato su tep)

 

Approfondimenti