ENEA per lo sviluppo dell’e-business per l’industria della moda

Bruxelles, 29 marzo 2012

news.jpg

L’ENEA, insieme alla Confederazione europea dell'industria tessile e abbigliamento (EURATEX) e al Comitato europeo di normazione (CEN), hanno presentato oggi a Bruxelles un progetto europeo di standardizzazione che intende favorire la diffusione dell’e-business nel settore della moda per abbattere i costi, migliorare l’efficienza, favorire l'introduzione di nuovi servizi e ridurre il time-to-market per tutti i prodotti della filiera.

Ai tre promotori del progetto, si sono aggiunti oggi la Federazione europea dell’industria dell’abbigliamento sportivo (FESI), l’Associazione europea dei rivenditori di moda (AEDT) e la Confederazione europea dell'industria calzaturiera (CEC).

Questa iniziativa, denominata “WS eBIZ”, intende consolidare un linguaggio informatico comune che possa essere di riferimento per tutta la filiera della moda. Si tratta di un vero e proprio “forum” per tutti gli stakeholder del settore (le industrie e le organizzazioni della distribuzione, ma anche i loro fornitori di soluzioni informatiche), allo scopo di raggiungere un accordo sulla standardizzazione delle comunicazioni digitali tra i diversi attori dell'industria tessile, abbigliamento e calzature che consenta a tutti di disporre di sistemi informatici in grado di comunicare tra loro indipendentemente dal produttore.

Nata dall’esperienza dell’iniziativa europea eBIZ-TCF (www.ebiz-tcf.eu), a cui ENEA e l’Italia hanno contribuito con i risultati del progetto Moda-ML (www.moda-ml.org), l’iniziativa rimarrà aperta per 15 mesi ai contributi degli interessati, organizzando sessioni pubbliche ed eventi in diversi paesi europei.

archiviato sotto:

IN QUESTA SEZIONE