Gian Piero Celata dell’ENEA eletto nel Consiglio direttivo di UNI

14 maggio 2014

Gian Piero Celata, responsabile ENEA dell’Unità Tecnologie avanzate per l’Energia e l’Industria, è stato eletto nel Consiglio direttivo di UNI, l’Ente italiano di normazione che studia, elabora, approva e pubblica le norme tecniche volontarie in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario (tranne in quelli elettrico ed elettronico di competenza del CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano). L'UNI partecipa in rappresentanza dell'Italia all'attività normativa degli organismi internazionali di normazione ISO e CEN.

Con la sua presenza nella governance di UNI, l’ENEA intende contribuire al miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia del Sistema Italia, fornendo gli strumenti di supporto all’innovazione tecnologica, alla competitività, alla promozione del commercio, alla protezione dei consumatori, alla tutela dell’ambiente e alla qualità dei prodotti e dei processi.

Il Consiglio direttivo di UNI è costituito da due parti, una elettiva composta da otto persone, tra cui appunto Celata dell’ENEA, e una di diritto composta da 24 persone scelte all'interno delle istituzioni e dei principali soci dell'Ente (Ministeri, Presidenti degli Enti Federati, rappresentanti di CNR, Ferrovie dello Stato, CEI, Commissione Centrale Tecnica e cosiddetti “Grandi Soci”: Confindustria, INAIL e da quest’anno Consiglio Nazionale degli Ingegneri). La prima seduta del nuovo Consiglio direttivo ha eletto presidente dell'UNI, Piero Torretta, e vicepresidenti Armando Zambrano (CNI - Consiglio Nazionale degli Ingegneri), Sergio Fabio Brivio (F.IN.CO - Federazione industrie, prodotti, impianti e servizi per le costruzioni), Aldo Bonomi (Confindustria) e Massimo De Felice (Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro - INAIL).

 


a cura dell’Ufficio stampa e rapporti con i media

archiviato sotto:

IN QUESTA SEZIONE