Ricercatrice ENEA finalista al Premio ITWIIN 2012 per le donne innovatrici

12 novembre 2012

news.jpg

Per le attività di e–learning

 

La ricercatrice ENEA Anna Moreno  è stata premiata nella categoria “Alta formazione” del premio ITTWIIN 2012,  promosso dall’Associazione Italiana delle Donne Inventrici e Innovatrici. La cerimonia di premiazione  si è svolta  a  Palazzo Valentini presso la sede della Provincia di Roma.

Moreno.jpgSi tratta di un importante  riconoscimento alle attività di formazione  nelle quali  Anna Moreno è impegnata da diversi anni  per promuovere la diffusione dei saperi tecnico-scientifici e lo  sviluppo di nuove competenze.

12 anni di attività, oltre 200 corsi on line,  300 “video lezioni”, oltre 60.000 utenti,  13.000 nuovi iscritti ogni anno.  Sono questi i numeri della piattaforma di formazione a distanza ENEA e-LEARN, disponibile  gratuitamente per tutti, realizzata e gestita in collaborazione con il gruppo di lavoro sull’Usabilità di Flavio Fontana del Centro Ricerche ENEA Casaccia. In continuo sviluppo, è utilizzata per la formazione e l'aggiornamento professionale di lavoratori di Piccole e Medie Imprese, della pubblica amministrazione, di docenti e di studenti, che  offre corsi e servizi su tematiche diverse e  a vari livelli.

L'offerta riguarda servizi di formazione all’avanguardia in Europa, conseguiti grazie alle competenze dei ricercatori ENEA, sviluppate anche nell’ambito di progetti europei, soprattutto in ambito energetico.

Questa piattaforma è già stata giudicata nel 2007 tra le migliori 10 prassi a livello internazionale dal CEN (Comitato Europeo di standardizzazione) e nel 2008 con il progetto www.desire-net.enea.it, promosso insieme all’UNESCO, ha già vinto un premio come miglior progetto di cooperazione internazionale.

Anna Moreno sottolinea come l’idea vincente che ha guidato lei e tutti coloro che hanno condiviso e partecipato all’iniziativa e che l’ha portata ai brillanti risultati di oggi sia stata “la necessità e la volontà di mettere a disposizione di tutti la conoscenza dei ricercatori”. “Abbiamo messo a punto un servizio  gratuito di facile utilizzo per tutti, attraverso il quale la conoscenza, che normalmente rimane chiusa tra le mura dei centri di ricerca, può essere trasferita. Penso alle  imprese e alle  pubbliche amministrazioni che possono ora accedere via web al patrimonio di conoscenze della ricerca pubblica per avviare collaborazioni di trasferimento tecnologico e di crescita professionale; ai  giovani che possono approfondire i temi scientifici di proprio interesse sia per migliorare le proprie prestazioni che  per avere un orientamento agli studi garantito  da un ente pubblico di ricerca; ai singoli cittadini e lavoratori che possono accrescere le proprie conoscenze e avere  opportunità di lavorare in un ambito di maggiore soddisfazione”.

 

www.formazione.enea.it

www.itwiin.it

archiviato sotto:

IN QUESTA SEZIONE