Record di trasmissione ultrarapida wireless

Un gruppo di ricercatori del Karlsruhe Institute of Technology (KIT) ha annunciato in un articolo apparso il 23 maggio scorso sulla rivista Nature Photonics (Nature Photonics 5, 364–371, 2011) di aver realizzato il record mondiale di trasmissione wireless di dati su una distanza di 50 km utilizzando un solo fascio laser. La velocità di trasmissione è stata pari a 26 terabits al secondo, superando così il precedente primato del 2010 di 10 terabit/secondo. Questo successo è stato ottenuto mettendo a punto un nuovo processo di codifica e decodifica dei dati trasmessi, mediante metodi optoelettronici.

Il nuovo processo è basato su una tecnologia denominata OFDM (orthogonal frequency division multiplexing); gli algoritmi per la costruzione del segnale, a partire dai dati, sono generati usando la Trasformata di Fourier Veloce (FFT) con un sistema completamente ottico. Questo metodo, come ci spiega Silvio Migliori, responsabile della attività ENEA sulle ICT (information & communication technologies) non è nuovo: viene, infatti, usato attualmente da reti wireless, Digital Video Brodcasting (DVB), e WiMAX (reti wireless a banda larga), ma è quello più promettente per successivi sviluppi anche per le dorsali in fibra ad alta velocità. Importanti provider (Motorola, T-Mobile ecc.) la stanno sperimentando anche per le reti 4G.

In genere, l’attenzione per le velocità ultra-rapide di trasmissione, è maggiormente focalizzata sulle reti a fibra ottica. In questo caso, la trasmissione ultra-rapida è stata invece, ottenuta utilizzando un singolo fascio laser, utile per reti wireless. Le trasmissioni di dati ad alta velocità hanno importanza soprattutto per le nuove tecnologie televisive ad altissima risoluzione e la trasmissione di grossi volumi di immagini. Sono di grande interesse per le possibili applicazioni nelle tecnologie spaziali e di calcolo scientifico.

(Caterina Vinci)