Dall'Unione Europea

Commissione Europea

Le principali iniziative della Commissione europea (CE) nel periodo maggio-giugno 2012 riguardano:

  • la elaborazione, in data 2 maggio, di un piano destinato a garantire ai bambini e adolescenti le competenze e gli strumenti necessari per beneficiare pienamente e in modo sicuro del mondo digitale. La strategia delinea una serie di misure per incoraggiare le imprese europee a sviluppare contenuti online di qualità per i minori, creare un ambiente sicuro per i minori che navigano in Internet, e aiutare questi utenti fornendo loro gli strumenti e i sistemi necessari per proteggersi e sviluppare le competenze informatiche;
  • la pubblicazione, in data 2 maggio, delle linee guida per la revisione tecnica degli inventari dei gas serra degli Stati membri , passo necessario verso la creazione di limiti nazionali per il 2013-20 in materia di emissioni che non rientrano nel sistema UE di scambio di emissioni (Emissions Trading System, ETS).  Le linee guida sono state preparate per la Commissione dall’Agenzia europea dell’ambiente;
  • la celebrazione,  in data 21 maggio, del 20° anniversario di due strumenti fondamentali per la conservazione e l’uso sostenibile della natura nell’UE: la direttiva Habitat e LIFE, il programma di finanziamenti per l’ambiente dell’UE. Entrambi gli strumenti mirano alla salvaguardia delle specie e degli habitat maggiormente minacciati dell’intera Europa. Nel corso del tempo, la direttiva Habitat ha istituito zone protette nell’ambito della rete Natura 2000, al cui sviluppo lo strumento finanziario LIFE ha apportato un sostegno strategico;
  • l’avvio, in data 21 maggio, di un progetto pilota per aiutare i giovani a trovare lavoro in un altro paese dell’UE. Nella sua fase iniziale “Il tuo primo posto di lavoro EURES” intende migliorare la mobilità transfrontaliera di 5 000 persone. Esso servirà anche quale banco di prova per trasformare EURES – la rete dei servizi dell’occupazione degli Stati membri – in un servizio dell’occupazione paneuropeo;
  • il lancio, in data 22 maggio,  della campagna che affronta il tema dell’uso eccessivo dell’acqua al fine di promuovere abitudini di consumo responsabili. Essa fa parte dell’iniziativa “Generation Awake!”, che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulle conseguenze ambientali, economiche, sociali e personali dell’uso non sostenibile di risorse preziose e quindi di incoraggiarne un uso efficiente;
  • l’apertura, in data 22 maggio, della 12a edizione della Settimana verde, la principale conferenza europea a tema ambientale, la cui edizione di quest’anno, intitolata “La sfida dell’acqua - ogni goccia conta”, è dedicata alle risorse idriche. Gli eventi della Settimana, che ospita anche 3a conferenza europea sull’acqua, si inseriscono nel piano per la salvaguardia delle risorse idriche europee previsto dalla Commissione per novembre di quest’anno;
  • l’adozione, in data 30 maggio di un pacchetto di raccomandazioni riguardanti misure di bilancio e riforme economiche per rafforzare la stabilità finanziaria, rilanciare la crescita e creare occupazione in tutta l’UE. La Commissione ha formulato raccomandazioni sia per ciascuno Stato membro che per la zona euro considerata nel suo insieme e ha illustrato l’azione politica a livello di UE che deve integrare le misure nazionali per arrivare a un’ambiziosa iniziativa europea per la crescita;
  • la proposta, in data 31 maggio, di un nuovo approccio alla valutazione delle miscele chimiche tossiche. Poiché il numero di potenziali combinazioni chimiche è molto elevato, la prima sfida consisterà nell’individuare le miscele prioritarie in modo da concentrare le risorse sulle combinazioni potenzialmente più nefaste. Entro il 2014 la Commissione metterà a punto anche una serie di orientamenti tecnici intesi a codificare le migliori prassi ai fini della valutazione delle miscele prioritarie;
  • la proposta, in data 4 giugno, di nuove norme per consentire transazioni elettroniche transfrontaliere sicure in Europa. Il regolamento proposto garantirà che i cittadini e le imprese possano utilizzare i loro regimi nazionali di identificazione elettronica (eID) per accedere ai servizi pubblici negli altri paesi dell’UE in cui la eID è disponibile. Crea inoltre un mercato interno per le firme elettroniche e i servizi fiduciari online connessi, che opereranno così attraverso le frontiere con il medesimo valore legale dei processi tradizionali su base cartacea;
  • l’inaugurazione, in data 5 giugno, da parte del Commissario per l’Ambiente Janez Potočnik della piattaforma europea sull’efficienza nell’impiego delle risorse destinata a fornire indicazioni e consulenze di alto livello sulle misure politiche intese ad orientare l’economia europea verso un modello di crescita più sostenibile. L’efficienza nell’uso delle risorse è uno dei pilastri della strategia “Europa 2020”, e costituisce pertanto una priorità assoluta per la Commissione;
  • l’impegno da parte della UE di raggiungere una quota del 20% di energie rinnovabili entro il 2020. Nella comunicazione adottata il 6 giugno la Commissione invita pertanto, da un lato, a privilegiare un approccio europeo più coordinato per stabilire e riformare i regimi di sostegno e, dall’altro, a ricorrere più diffusamente ai meccanismi di scambio di energie rinnovabili tra gli Stati membri. Inoltre, la necessità da parte degli investitori di poter contare su certezze in materia normativa rende pressante l’avvio della discussione sul futuro e della costruzione di un solido quadro di riferimento che vada oltre il 2020;
  • l’annuncio, in data 6 giugno nel corso della presentazione della relazione CARS 21, di azioni concrete per reagire all’attuale situazione economica e per aiutare l’industria automobilista a riprendere quota. Le misure proposte costituiranno il piano d’azione della Commissione a sostegno dell’industria automobilistica che sarà adottato nell’autunno di quest’anno nella forma di una comunicazione sui risultati di CARS 21;
  • l’adozione, in data 8 giugno, del “services package” che definisce le azioni per stimolare la crescita nel settore dei servizi. Il pacchetto è costituito dalla Comunicazione sull’attuazione della Direttiva Servizi “Un nuovo partenariato per la crescita nel settore dei servizi 2012 - 2015” ed è accompagnato da tre documenti di lavoro relativi alla attuazione della direttiva, alla verifica dei test di efficienza delle diverse norme dell’UE applicate alle imprese ed al principio di non discriminazione dei destinatari dei servizi a motivo del paese di residenza.

 

Tra le consultazioni pubbliche avviate nell’ultimo periodo dalla CE, occorre menzionare quella relativa alla valutazione del l’impatto di un eventuale marchio europeo del turismo di qualità che mira ad accrescere la trasparenza e la coerenza dei sistemi di valutazione della qualità a livello di UE, aperta sino al 13 luglio. La consultazione sui diritti dei cittadini, aperta dal 9 maggio al 9 settembre, rappresenta la più grande consultazione pubblica mai condotta nell’Unione per definire l’agenda politica dei prossimi anni e delineare il futuro dell’Europa. La consultazione, che prelude alla proclamazione del 2013 “Anno europeo dei cittadini”, darà l’occasione ai cittadini europei di dire quali sono gli ostacoli che impediscono l’esercizio della cittadinanza dell’Unione, ad esempio quando viaggiano in Europa, quando votano o si candidano alle elezioni. I risultati della consultazione verranno usati dalla Commissione per definire l’agenda politica e elaborare la relazione sulla cittadinanza europea del 2013. Il  21 maggio è stata lanciata la consultazione, aperta fino al 20 agosto, che mira a raccogliere le opinioni delle parti interessate e di esperti in materia di adattamento al cambiamento climatico, al fine di ottenere informazioni aggiuntive per la preparazione della strategia di adattamento europea (EU Adaptation Strategy).  Un’altra consultazione, aperta dal 29 maggio al 7 agosto, è quella destinata a fornire un input per il riesame intermedio della comunicazione sulla politica industriale, previsto per il settembre 2012. Questo riesame si concentrerà sullo sviluppo di un numero limitato di nuove iniziative politiche che dovrebbero avere un impatto dimostrabile e significativo sulla competitività delle industrie europee, la crescita e l’occupazione.

 

Parlamento e Consiglio Europeo

Il 24 maggio, il Consiglio ha adottato il Progress Report sul pacchetto “Horizon 2020”, che include le proposte per il programma specifico, le nuove Regole di Partecipazione ed il programma EURATOM.

Il 12 giugno, il Consiglio ha approvato il lancio del partenariato europeo per l’innovazione sull’acqua (EIP Water Efficiency).  L’approvazione segna l’inizio dello sviluppo della fase operativa della EIP sull’acqua, la cui prima azione sarà quella di stabilire il “Gruppo direttivo ad alto livello” che darà il mandato per lo sviluppo di un piano di attuazione strategico che indichi i settori prioritari di intervento nel settore.  Il kick-off meeting del gruppo direttivo di alto livello è previsto per settembre 2012.

(Valerio Abbadessa)

 

 

Per informazioni e contatti: infoEAI@enea.it