Security concept and threat scenarios: New technologies and social security

Security concept
(download pdf)
The concept of security with its current meaning and the implication of its implementation are shortly introduced here. A threat analysis is presented reviewing biological and chemical warfare agents, explosive compounds and their precursors, the latter being suitable to the construction of improvised explosive devices (IED). All Chemical, Biological, Radiological, Nuclear and explosive (CBRNe) threats are considered, and the “dirty bomb” nightmare is introduced. Research and Technology Development (RTD) for Security is discussed as foreseen at the European level, in both former and current programs, as well as at a higher international level and in the Italian surroundings. Reference scenarios, with special attention to mass transport security, are discussed trying to foresee where technology development might become more and more effective in the near future.

 

Il concetto di Security e gli scenari di minaccia: le nuove tecnologie e la Security sociale

Il presente articolo descrive brevemente il concetto di security, il suo significato attuale e le implicazioni che derivano dalla sua applicazione. Le minacce più probabili vengono prese in esame passando in rassegna gli agenti biologici e chimici utilizzati in situazioni di conflitto, e considerando gli esplosivi assieme ai relativi precursori, questi ultimi particolarmente adatti alla costruzione di dispositivi esplosivi improvvisati (IED, Improvised Explosive Devices). Sono inoltre illustrate tutte le minacce di tipo CBRNe (chimiche,biologiche, radiologiche, nucleari ed esplosive) ed è brevemente spiegato l’incubo della “bomba sporca”. Vengono quindi descritte le attività di ricerca e sviluppo tecnologico per la security, così come previste a livello europeo nei programmi attuali e precedenti, a livello sia internazionale che italiano. Infine, alcuni scenari di riferimento, con particolare attenzione alla security del trasporto di massa,sono qui esposti con particolare riguardo ai casi in cui lo sviluppo tecnologico potrebbe diventare più efficace nell’immediato futuro.

 


DOI: 10.12910/EAI2014-85

R. Fantoni, A. Palucci

Contact person: Roberta Fantoni - roberta.fantoni@enea.it

 

 

 


Roberta Fantoni - ENEA, Technical Unit for the Development of Applications of Radiation

Antonio Palucci - ENEA, Technical Unit for the Development of Applications of Radiation - Diagnostics and Laser Metrology Laboratory