I nanomateriali e l’ambiente

Nanomateriali e ambiente
(download pdf)
Le nanotecnologie intendono ingegnerizzare la materia sfruttando le speciali proprietà che essa esibisce nella scala nanometrica per creare nuovi prodotti. Tali proprietà implicano una maggiore reattività chimica, una maggiore resistenza e conducibilità elettrica e, potenzialmente, una più accentuata attività biologica. Questa può avere non solo valenza positiva (attività antiossidante, penetrazione delle barriere cellulari per il rilascio di farmaci), ma anche negativa (ad es. tossicità, induzione di stress ossidativo o di disfunzione cellulare). Pertanto, oltre al grande interesse applicativo, le nanotecnologie hanno suscitato l’attenzione della comunità scientifica e delle autorità legislative per le specifiche interazioni che si possono generare con gli esseri viventi e con l’ambiente

 

Nanomaterials and the Environment


Nanotechnologies can be used to engineer materials by exploiting special properties at nanoscale to create new products. These properties imply a greater chemical reactivity, increased strength and electrical conductivity and, potentially, a more higher biological activity. This behaviour can be useful (antioxidant activity, drug delivery across cellular barriers), but also negative (toxicity, induction of oxidative stress and cellular dysfunction). Therefore, beside a great interest for applications, nanotechnologies have attracted the attention of scientific community and authorities for their specific interactions with organisms and environment

 

 

DOI 10.12910/EAI2015-032

S. Manzo, G. Rametta, M. L. Miglietta, G. Di Francia

Contact person: Sonia Manzo - sonia.manzo@enea.it

 

 


Sonia Manzo, Gabriella Rametta, Maria Lucia Miglietta, Girolamo Di Francia - ENEA, Unità Tecnica Tecnologie Portici