Strumenti di valutazione impatto ambientale di nanomateriali

Strumenti di valutazione
(download pdf)
Le nanotecnologie mostrano una crescente diffusione grazie alle speciali proprietà dei NanoMateriali (NM). La conoscenza del comportamento dei NM e delle interazioni con l’ambiente e la salute umana è ancora insufficiente per valutare l’impatto dei NM. Un approccio multidisciplinare, multidimensionale e sistemico quale quello del ciclo di vita (Life Cycle Thinking – LCT), applicato tramite lo strumento Life Cycle Assessment (LCA), è fondamentale nelle valutazioni di sostenibilità ambientale delle tecnologie, con alcuni limiti che possono essere superati attraverso l’integrazione con altri strumenti quali, ad esempio, modelli non lineari, analisi di flussi di materia, Risk Assessment (RA).

In questo articolo si propone una dettagliata analisi dello stato dell’arte e delle principali problematiche correlate all’applicazione di LCA e RA ai NM sia in maniera separata che in utilizzo combinato; si discutono poi le strategie e le integrazioni necessarie per superare i limiti di entrambe le metodologie e ottenere robuste valutazioni degli impatti per la salute e l’ambiente

 

Tools of the environmental impact assessment of nanomaterials


The adoption of nanotechnologies is growing rapidly and widespread thanks to innovative characteristics of NanoMaterials (NM) as they could create a wealth of new materials and manufacturing possibilities, which will profoundly impact our economy, our environment and our society. Knowledge on behavior of NM and interaction with the environment and human health are not enough for evaluating NM impacts so the scientific community aims the efforts on development of robust evaluation method that is based on a multidisciplinary approach that considers the whole life cycle and focuses and the risk analysis. This paper describes as, for chemical substances and also for NM, Life Cycle Assessment (LCA) and Risk Assessment (RA) methodologies could be applied in a separate way but also in a combined use. So, this paper concerns the state of the art, the main criticisms and the strategies to overcome the limits and to obtain the potential advantages for evaluating environment and human health impacts, offered by these methodologies

 

DOI 10.12910/EAI2015-036

G. Barberio, S. Scalbi, P. Buttol, S. Righi, P. Masoni

Contact person: Grazia Barberio - grazia.barberio@enea.it

 

 


Grazia Barberio - ENEA, Unità Tecnica Tecnologie Ambientali

Simona Scalbi, Patrizia Buttol, Paolo Masoni - ENEA, Unità Tecnica Modelli, Metodi e Tecnologie per le Valutazioni Ambientali

Serena Righi - CIRSA – Università di Bologna