Film sottili per manipolare raggi di luce

Film sottili
(download pdf)
La manipolazione dei raggi di luce avviene frequentemente facendo interagire tali raggi con la superficie di un materiale, come per un tipico specchio, o facendoli passare attraverso varie superfici costituite da strati di materiali diversi. Questi strati sono denominati film sottili in quanto il loro spessore è in genere comparabile con la lunghezza d’onda della luce. La luce può essere riflessa, trasmessa, assorbita nel modo voluto: si può eliminare la luce riflessa o rifletterla totalmente, si possono dividere o combinare raggi di luce di diverse lunghezze d’onda o con diverse direzioni e molto altro. Per ottenere il risultato desiderato bisognerà scegliere opportunamente il numero di strati e i materiali che li costituiscono. I fenomeni alla base di questa manipolazione della luce sono essenzialmente fenomeni di interferenza ed esistono specifici programmi di calcolo che consentono di progettare dispositivi ottici in grado di riflettere e trasmettere la luce in diverse zone dello spettro elettromagnetico. Le applicazioni sono molteplici sia per l’uso nella vita quotidiana sia per scopi più strettamente scientifici, come verrà descritto in questo articolo

 

Thin films for the manipulation of light

The manipulation of light is typically accomplished by a series of optical surfaces on which the incident beam is reflected, or through which the beam is transmitted. Thin film coatings help to modify the behavior of such surfaces for obtaining the desired result: antireflection coatings to reduce reflection losses, high-reflectance mirrors, filters to divide or combine beams of different wavelengths, and many other types. The amount of light that is transmitted or reflected depends on the optical parameters of the materials and on interference phenomena in thin-film structures. Dedicated software is available to design the proper coating for each requirement. There are several applications of optical thin films, many of them are useful in the everyday life, many others are dedicated to scientific purposes, as will be described in this paper

 

 

A. Piegari, A. Sytchkova

DOI 10.12910/EAI2015-095

Contact person: Angela Piegari - angela.piegari@enea.it