Marine renewables: Exploring the opportunity for combining wind and wave energy

7 Marine renewables
(download pdf)
Resource diversity is considered the key to manage the intrinsic variability of renewable energy sources and to lower their system integration costs. The expected development of Marine Renewable Energy Installations is likely to result in further transformation of coastal sea areas, already heavily impacted. In this perspective, the combination of different renewables and their potential impact on the environment must be evaluated in the context of the existing pressures. In this study the opportunity of co-locating offshore wind turbines and wave energy converters and their environmental sustainability is evaluated through a quantitative Marine Spatial Planning (MSP) approach.

 

Fonti rinnovabili marine: l’opportunità di combinare l’energia eolica e ondosa

La possibilità di diversificare le fonti energetiche è considerato un elemento chiave per gestire la variabilità intrinseca delle fonti rinnovabili riducendone i costi della gestione integrata. Il beneficio derivante dalla diversificazione del mix di fonti rinnovabili è proprio dovuto alla possibilità  di ridurre la variabilità della potenza prodotta. Lo sviluppo atteso nel settore rinnovabile marino indurrà facilmente un’ulteriore trasformazione delle aree marine costiere, già oggetto di pressioni rilevanti da parte delle attività antropiche. In questa prospettiva la possibilità di combinare diverse tecnologie per lo sfruttamento delle sorgenti rinnovabili e il loro potenziale impatto sull’ambiente devono essere valutati nel contesto delle pressioni già esistenti. I conflitti tra le diverse attività che si contendono lo spazio marino sono infatti in crescita e solo attraverso criteri quantitativi di pianificazione spaziale (Marine Spatial Planning) sarà possibile verificarne la sostenibilità in un’ottica di minimizzazione dell’impatto ambientale. In questo studio si analizzerà l’opportunità di combinare delle turbine eoliche a dei convertitori di energia ondosa attraverso un approccio di pianificazione spaziale delle attività marittime (MSP).


A. Azzellino, L. Riefolo, C. Lanfredi, D. Vicinanza

DOI: 10.12910/EAI2015-042

 

 


Arianna Azzellino, Luigia Riefolo, Caterina Lanfredi - Politecnico di Milano, Department of Civil and Environmental Engineering (DICA), Italy

Diego Vicinanza - Second University of Naples, Department of Civil Engineering, Design, Building and Environment (DICDEA), Italy