La contabilizzazione accurata e trasparente dell’energia

L’introduzione di sistemi di misurazione e fatturazione del consumo individuale degli appartamenti e degli edifici multi-purpose può generare una sensibile riduzione della domanda di riscaldamento/raffreddamento. Esiste però una significativa differenza tra sistemi di misura diretta ed indiretta, sia in termini di prestazioni che di tutela del consumatore

Contabilizzazione energia
(download pdf)
di M. Dell’Isola, L. Celenza, G. Ficco, P. Vigo - Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Dipartimento di Ingegneria Civile e Meccanica

DOI 10.12910/EAI2016-023


La contabilizzazione accurata e trasparente dell’energia nelle singole unità abitative è certamente un tema centrale nelle politiche nazionali ed europee. Per consentire a tutti i consumatori di energia dell’UE di partecipare pienamente alla transizione energetica, sia gestendo i loro consumi in modo ottimale sia utilizzando soluzioni tecnologiche ad alta efficienza energetica, la Commissione Europea ha recentemente sviluppato il cosiddetto “New Deal for Energy Consumers” (SWD, 2015). Questa strategia si basa sui seguenti tre pilastri: i) la responsabilizzazione dei consumatori, ii) la realizzazione di smart home e smart grid, iii) la gestione e la protezione dei dati energetici.

Circa il 40% dell’energia utilizzata in Europa viene consumata negli edifici, di cui circa l’80% per il solo riscaldamento e raffreddamento. L’introduzione di sistemi di misurazione e fatturazione del consumo individuale degli appartamenti e degli edifici multi-purpose può generare una sensibile riduzione della domanda di riscaldamento/raffreddamento, che viene generalmente stimata tra il 10 e il 30%. …