La difesa integrata in olivicoltura: il punto di vista dei produttori

Olivicoltura a Canino, dalla sperimentazione all’applicazione. Dopo oltre trenta anni di attività la lotta integrata ai parassiti dell’olivo è diventata una normale pratica colturale e numerosi sono i vantaggi che si riscontrano: per la salute dell’uomo e la salvaguardia dell’ambiente, per la produzione di un olio extravergine migliore grazie alla diminuzione degli interventi fitosanitari

4 Difesa olivicoltura
(download pdf)
di Claudio Mazzuoli - Oleificio Sociale Cooperativo di Canino

DOI 10.12910/EAI2016-039

 

La difesa integrata sull’olivo nel comprensorio di Canino fu introdotta agli inizi degli anni ottanta dal P.A. Claudio Menna e dal Prof. Ugo Cirio dell’ENEA con il supporto tecnico-operativo dell’Oleificio Sociale Cooperativo.

L’esigenza era quella di sperimentare tecniche di difesa dell’olivo, per il controllo della tignola e della mosca, atte a ridurre il numero di interventi con prodotti fitosanitari. In seguito nella sperimentazione furono coinvolti numerosi Enti e diversi tecnici e agronomi provenienti anche da altri comprensori. …