Dallo Smart Village ai dimostratori urbani, il percorso ENEA verso gli Smart District

I programmi Horizon 2020 richiedono un approccio più sistemico per i progetti relativi alle smart cities. L’ENEA, in accordo con il MiSE, ha realizzato lo Smart Village Casaccia: il primo prototipo a livello nazionale che integra tutte le specifiche di un living lab

Smart village
(download pdf)
di Laura Blaso, Francesco Romanello e Sabrina Romano, ENEA

DOI 10.12910/EAI2017-11

 

Negli ultimi anni si è visto un proliferare di progetti che si definiscono di smart cities: l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) fino ad oggi ha mappato oltre 1300 iniziative che coinvolgono oltre 150 Comuni e 15 milioni di cittadini. Da queste esperienze è emersa un’interpretazione piuttosto soggettiva del termine smart applicato alle città e del quale ne sono stati sviluppati svariati approcci. Da ciò emerge la necessità di un approccio più sistemico che fornisca al cittadino ed alle amministrazioni soluzioni integrate. Questo, infatti, è quanto richiesto dai programmi Horizon 2020 il cui obiettivo principale è di realizzare progetti dimostrativi a livello di distretto urbano di ampio respiro. …