Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile

Ricerca e Sviluppo

Sezioni e siti tematici dedicati alle nostre attività di ricerca, i collegamenti rimandano agli argomenti specifici dove è possibile reperire informazioni di dettaglio e contatti.

Il Dipartimento Sostenibilità, circolarità e adattamento al cambiamento climatico dei Sistemi Produttivi e Territoriali (SSPT) già Dipartimento Sostenibilità dei Sistemi Produttivi e Territoriali (SSPT) sviluppa, implementa e promuove l’eco-innovazione dei sistemi di produzione e consumo, contribuendo alla definizione e all’attuazione delle strategie e delle politiche del Paese nel quadro generale della transizione verso modelli di produzione e consumo più sostenibili. I settori di ricerca riguardano in particolare l’economia circolare, la simbiosi industriale, lo studio e il monitoraggio dell’ambiente e del clima, la definizione di strategie per la riduzione dei gas serra; la qualificazione di prodotti e materiali, la gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti e della risorsa idrica, i nano-materiali, le materie prime strategiche e le biotecnologie per l’agroindustria. Altri settori di rilievo sono le tecnologie biomediche, l’ingegneria sismica, lo studio della biodiversità. Gli obiettivi del Dipartimento vengono portati avanti da sei specifiche Divisioni:

Il Dipartimento Tecnologie Energetiche e Fonti Rinnovabili (TERIN) svolge attività di studio, analisi, ricerca, sviluppo e qualificazione di tecnologie, metodologie, materiali, processi e prodotti, progettazione avanzata, realizzazione di impianti prototipali, fornitura di servizi tecnici avanzati, trasferimento di tecnologie e conoscenze al sistema produttivo nei settori delle fonti di energia rinnovabili (solare termico e termodinamico con sistemi innovativi di accumulo energetico, fotovoltaico, bioenergie e bioraffineria per la produzione di energia, biocombustibili, intermedi chimici e biomateriali, poligenerazione e sistemi multi-vettore), delle tecnologie, dispositivi e sistemi per le Smart Grid, le reti energetiche integrate e le comunità energetiche, l’efficienza energetica e gli usi finali dell’energia (smart industry, smart cities ed uso razionale dell’energia, mobilità sostenibile e trasporto innovativo, uso sostenibile dei combustibili fossili e cicli termici avanzati, idrogeno e celle a combustibile, Power to Gas/Liquid, accumulo di energia elettrica, termica e chimica, flessibilità energetica, ICT, Blockchain, IoT, AI, HPC, robotica).

  • Smart Energy,
  • Produzione, conversione ed uso efficienti dell’energia ·
  • Fotovoltaico e smart devices ·
  • Solare termico, termodinamico
  • smart network
  • Sviluppo sistemi per l’informatica e l'ICT ·
  • Bioenergia, bioraffineria e chimica verde
  • Idrogeno
  • Mobilità sostenibile

Il Dipartimento Unità per l’Efficienza Energetica (DUEE) svolge le funzioni assegnate ad ENEA come Agenzia nazionale per l’efficienza energetica in qualità di istituzione di riferimento nazionale per la promozione dell’efficienza energetica. Il suo ruolo è supportare il Paese per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, migliorando l’efficienza negli usi finali dell’energia, nel rispetto degli obblighi derivanti da direttive comunitarie. Le attività principali riguardano il supporto tecnico-scientifico alla pubblica amministrazione e agli operatori dei settori economici per il miglioramento dell’efficienza energetica, servizi di informazione e comunicazione volti alla creazione di una cultura energetica dei cittadini e alla qualificazione di nuove professionalità relative ai green jobs. Il Dipartimento ha messo a punto strumenti e metodologie per la realizzazione di progetti di efficienza energetica con collaborazioni pubblico-privato, con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, le Regioni e la PA centrale e locale.

  • Applicazioni Digitali per l’efficienza energetica nella PA
  • Efficienza energetica nei Settori Economici
  • Monitoraggio politiche energetiche per l’efficienza energetica
  • Miglioramento dell’efficienza energetica negli edifici a sviluppo urbano e nei processi produttivi
  • Attività programmatiche per l’efficienza energetica
  • Servizi integrati per lo sviluppo territoriale
  • Campagne di informazione e formazione

Il Dipartimento Nucleare (NUC) già Dipartimento Fusione e Tecnologie per la Sicurezza Nucleare (FSN) svolge attività nel campo della fisica e dell’ingegneria nucleare e delle altre discipline connesse: progettazione e qualifica di componenti e sistemi avanzati nel campo della fusione e della fissione, coordinamento di progetti nazionali ed internazionali, servizi ai cittadini e alle imprese, con ampio coinvolgimento dell’industria nazionale. Il  Dipartimento rappresenta l’Italia in EUROfusion, il Consorzio che gestisce le risorse dell’Unione Europea per la ricerca e lo sviluppo del programma fusione europeo. È inoltre Industrial Liason Officer per Fusion for Energy, l’Agenzia Europea che gestisce le risorse UE per la realizzazione del progetto ITER, il più grande esperimento internazionale nel campo della fusione. Altre attività riguardano la progettazione e realizzazione di componenti e impianti sperimentali per i reattori di nuova generazione, soluzioni e applicazioni avanzate in settori quali la diagnostica e conservazione dei beni culturali, la salute e le tecnologie per la sicurezza. Nel centro di ricerche ENEA di Frascati è in via di realizzazione il DTT, Divertor Tokamak Test, una facility che dovrà contribuire a dare risposte su problematiche ancora irrisolte nel campo della fusione.

  • Fisica dei Plasmi
  • Sviluppo dell’energia da fusione
  • Ingegneria sperimentale
  • Impianti e applicazioni delle radiazioni
  • Sistemi nucleari per l’energia
  • Tecnologie fisiche e sicurezza

Il decreto interministeriale MIUR-MISE del 30 settembre 2010 ha ridefinito il sistema di gestione del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA) affidando all’ENEA il compito dell’attuazione delle spedizioni in Antartide nonché le azioni tecniche, logistiche e la responsabilità dell’organizzazione nelle zone operative. L’ENEA, inoltre, all’interno degli ambiti istituzionali dell’Agenzia, svolge attività di ricerca scientifica nel settore dell’ambiente e del clima e di innovazione tecnologica nelle aree polari.

Come attuatore del PNRA, l’ENEA compie le azioni operative, tecniche e logistiche per la realizzazione operativa del Programma Esecutivo Annuale (PEA) in Antartide tramite l’Unità Tecnica Antartide (UTA) che svolge attività sia presso la Stazione Mario Zucchelli (MZS) a Baia Terra Nova nella Terra Vittoria (74°42’S, 164°07’) che presso la Stazione italo-francese Concordia a Dome C sul plateau antartico a quota 3233 m (75° 06’S, 123°21’E), nonché presso basi e/o navi straniere e nell’ambito di campagne Oceanografiche nel Mare di Ross.

MY WAY AT HOME - Segui la XXXVI campagna oceanografica del PNRA

Spedizione Italiana in Antartide

Accordo di Programma MiSE- ENEA

La "Ricerca di Sistema elettrico" è un programma che prevede un insieme di attività di ricerca e sviluppo finalizzate a ridurre il costo dell'energia elettrica per gli utenti finali, migliorare l'affidabilità del sistema e la qualità del servizio, ridurre l'impatto del sistema elettrico sull'ambiente e sulla salute e consentire l'utilizzo razionale delle risorse energetiche ed assicurare al Paese le condizioni per uno sviluppo sostenibile.

Le attività della Ricerca di Sistema (RdS) sono finanziate attraverso Il “Fondo per il finanziamento delle attività di ricerca e di sviluppo di interesse generale per il sistema elettrico nazionale” istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA) ed alimentato dal gettito della componente A5 della tariffa di fornitura dell’energia elettrica. L’ammontare di questa componente viene stabilito periodicamente dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA).

Le attività di ricerca e sviluppo, gli obiettivi e gli stanziamenti economici sono definiti attraverso Piani triennali approvati dal Ministero dello Sviluppo Economico, una volta acquisite le osservazioni scaturite da una consultazione pubblica e dopo aver acquisito il parere dell'ARERA.

Per l'attuazione delle attività di ricerca definite nei Piani triennali, il Ministero dello Sviluppo Economico stipula un Accordo di Programma (AdP) con i tre soggetti affidatari RSE S.p.A, ENEA e CNR. Questi ultimi elaborano quindi Piani Triennali di Realizzazione (PTR), articolati per progetti di ricerca, che andranno a costituire i Capitolati tecnici dell’accordo.

ENEA

Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile

Lungotevere Thaon di Revel, 76
00196 ROMA Italia
Partita IVA 00985801000
Codice Fiscale 01320740580

Seguici

© 2024 ENEA.