Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile

Batteri restauratori: microrganismi al servizio dell’arte

foto di un ricercatore ENEA che esegue un biorestauro

Restauratori e microbiologi uniti per il recupero di opere d’arte. Vediamo com’è possibile.

L’ENEA ha messo a punto una tecnologica innovativa basata sull’utilizzo di batteri, per restaurare le opere d’arte. I batteri-restauratori provengono dalla Collezione ENEA, che si trova nel Centro di Ricerche della Casaccia e ospita circa 1.500 microorganismi. Il bio-restauro consente di fornire un’alternativa rispettosa dell’ambiente e della salute degli operatori all’utilizzo di prodotti chimici e si è rivelato molto efficace per il recupero di opere importanti conservate, ad esempio, nella Galleria Nazionale di Arte Moderna, a Palazzo Farnese, nei Musei Vaticani, a Roma, e nelle Cappelle Medicee a Firenze.

ENEA

Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile

Lungotevere Thaon di Revel, 76
00196 ROMA Italia
Partita IVA 00985801000
Codice Fiscale 01320740580

Seguici

© 2024 ENEA.